Armistizio di Cassibile, 3 Settembre 1943

Tempo di lettura: 2 minuti

L’armistizio di Cassibile (detto anche armistizio corto) è un episodio della con il quale, il 3 settembre 1943, l’ proclamò la resa incondizionata agli Alleati.

Tale atto sancì il disimpegno dell’Italia dall’alleanza con la di e l’inizio della campagna d’Italia e della nella guerra di italiana contro il nazifascismo.

La stipula ebbe luogo in Sicilia nella frazione siracusana di Cassibile, in contrada Santa Teresa Longarinie rimase segreta per cinque giorni, nel rispetto di una clausola del patto che prevedeva che esso entrasse in vigore dal momento del suo annuncio pubblico.

Il pomeriggio dell’8 settembre 1943 alle ore 17:30 (18:30 per l’Italia), Radio Algeri trasmise il proclama in lingua inglese per bocca del generale statunitense Dwight Eisenhower.

Alle 19:42 italiane il proclama Badoglio dell’8 settembre 1943 giunse dal primo ministro Badoglio trasmesso anch’esso dai microfoni dell’EIAR.

Il luogo esatto della firma è stato per diversi anni oggetto di . Subito dopo la firma, avvenuta, come già detto in una tenda presso un uliveto di proprietà della baronessa Liliana Sinatra Grande a pochi chilometri a nord di Cassibile.

Quando i andarono via venne lasciata, nel punto esatto della firma, una lapide. Questa lapide però (ribattezzata Pietra della pace) venne trafugata il 4 giugno 1955 dal Enrico de Boccard, che per questa ragione venne processato per danneggiamento, ma da allora si persero le tracce del punto esatto.

De Boccard rivendicò il gesto affermando: Fui indotto ad asportare il cippo per motivi patriottici. Tale cippo infatti fu eretto dagli americani per eternare la loro impresa nel luogo in cui essi imposero all’Italia l’armistizio/capitolazione. Tale lapide pertanto, a mio parere, rappresentava una offesa all’onore nazionale.

Negli anni successivi, per errore venne aggiunta una lapide presso il mulino nella proprietà della Marchesa di Cassibile, e comunque la lapide venne più volte distrutta perché considerato un ricordo infame. Anche i tentativi di creare un museo dell’armistizio a Cassibile, fino ad oggi sono stati vani.

Il 3 settembre 2016 grazie al sostegno dell’associazione Lamba Doria e il favore dell’erede dell’antica proprietaria è stata riposizionata una nuova lapide (seppur non nel punto esatto dove vi era la precedente). Oggi in quel luogo sorge un country boutique hotel (???).

Fonte : wikipedia