Arabia Saudita, nuovo Ministero industria e risorse minerarie

Tempo di lettura: 1 minuto

Il dell’ ha emesso decreti reali, tra cui la creazione di un nuovo ministero dell’industria e delle risorse minerarie.

Bandar Al-Khorayef guiderà il nuovo ramo del governo, mentre Fahd bin Mohammed Al-Essa è nominato capo della Corte reale, Bandar bin Mohammed Al-Aiban come consigliere della Corte reale e Awwad bin Saleh Al-Awwad nuovo capo della Commissione saudita per i diritti umani.

Salmān bin ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd (in arabo: سلمان بن عبدالعزيز آل سعود‎; Riyad, 31 dicembre 1935) è re dell’Arabia Saudita dal 23 gennaio 2015, il secondo re dei cosiddetti “Sette Sudayrī” dopo suo fratello Fahd.

Il principe Salmān e la sua famiglia possiedono un gruppo di giornali, compresi i quotidiani panarabi al-Sharq al-Awsaṭ, “Il ”) e al-Iqtiṣādiyya (“L’”). Anche se possiede solo il 10% del Gruppo saudita di ricerca e (SRMG), è spesso definito dai revisori come il proprietario, e ne controlla l’organizzazione attraverso il presidente, il figlio Turki. L’SRMG pubblica quotidiani come Arab News, al-Sharq al-Awsaṭ e al-Iqtiṣādiyya attraverso la controllata compagnia saudita di ricerca e pubblicazione .

Fonte
wikipedia.org