Arabia Saudita blocca ingresso merci turchi in dogana per analisi

Tempo di lettura: 1 minuto

L’ ha bloccato l’ingresso di numerosi turchi, trattenendoli alla dogana a causa di “analisi”. Il paese sta conservando i di inviati dalla città turca meridionale di Adana per 15 giorni, alle porte della dogana, a causa di ciò che si dice sia “analisi”, ha riferito ieri İhlas (İHA).

In circostanze normali, l’analisi dei prodotti viene effettuata nei laboratori dell’ufficio doganale di importazione, tuttavia l’amministrazione saudita ha iniziato a inviare campioni di prodotti turchi a Riyad per l’analisi.

Le merci spedite dalle navi dal porto di İskenderun del sud di Hatay a causa della in Siria raggiungono il porto di Jeddah in 10-15 giorni. Con l’aggiunta del periodo di analisi di 15 giorni, le vendite di agrumi raccolte da Adana il 20 settembre hanno appena iniziato a entrare nel mercato saudita questa settimana.

Mehmet Akın Doğan, dell’Agricoltura di Yüreğir, ha osservato che, poiché i carichi di agrumi sono tenuti in sospeso alla dogana, i prodotti si ammorbidiscono e vanno sprecati.

“I contenitori sono attualmente in attesa”, ha detto Doğan. “Dopo l’incidente di Jamal Khashoggi, l’Arabia Saudita ha iniziato a intervenire negli acquisti di prodotti da parte nostra. Ci aspettiamo che questo problema venga risolto al più presto e che il ministero riesca a esaminare la questione e ad agire in questa direzione”, è stato citato da İHA .

L’Arabia Saudita è stata uno dei principali acquirenti di prodotti di agrumi come , limoni e mandarini coltivati ​​nel distretto di Yüreğir di Adana. Le merci sono state anche esportate in Russia, Ucraina ed orientale.

Fonti