Antartide, Nuove restrizioni uso commerciale dei droni da parte dei visitatori

70310321 - dangerous incident - aircraft passed just near drone and avoided collisions

L’uso ricreativo di RPAS è già vietato nelle aree costiere dell’, ma i membri IAATO hanno convenuto che per la stagione 2019-20, i voli commerciali RPAS non sono consentiti nelle aree costiere a meno che l’attività sia coperta dal permesso / autorizzazione dell’operatore IAATO e / o il pilota RPAS ha l’approvazione dell’operatore IAATO con cui sono in viaggio, indipendentemente dall’autorizzazione personale che possono avere.

Lisa Kelley, Direttrice congiunta interinale – Operazioni e relazioni esterne per IAATO ha dichiarato: “I partiti del trattato antartico e i membri della IAATO sono preoccupati per l’uso dei sistemi RPAS in Antartide; mentre ci sono situazioni in cui il loro volo può essere utile per quanto riguarda la scienza, la ricognizione del ghiaccio per la navigazione e l’educazione delle navi, compresa la realizzazione di documentari, ci sono ancora molte domande a cui rispondere in termini di potenziale impatto sull’ambiente.

“La IAATO ha lavorato per 28 anni, sostenendo e promuovendo il turismo sicuro ed ecologicamente responsabile in Antartide e la nostra missione principale è offrire ai visitatori una spedizione educativa ed educativa, avendo solo un impatto minore o transitorio. Voli drone in Antartide, venite con rischi; da temperature più basse che rendono difficile misurare la durata della batteria, a come questi dispositivi possono inavvertitamente influenzare il comportamento della fauna selvatica.

“Per visitare e operare, l’Antartide ha la responsabilità di farlo con attenzione e con un impatto minimo. Queste nuove sono una delle tante misure che IAATO ha votato nella sua riunione annuale per portare avanti la nostra missione turistica responsabile “.

Attraverso l’esclusiva partnership globale che è il sistema del Trattato Antartico, l’intero continente è formalmente designato come una riserva naturale, dedicata alla pace e alla scienza.

L’Antartide è considerata l’ultima grande regione selvaggia del nostro pianeta, ancora incontaminata con fauna selvatica e paesaggi che mostrano poche prove di attività umana diretta.

Fonte testo

Photo courtesy by DroneBelow