Al Central Park di New York una statua che onora le donne

Tempo di lettura: 1 minuto

Nel parco pubblico del Central Park, in , delle 23 statue attualmente presenti, troviamo personaggi storici, ma nessuna di esse, da 166 anni onora le donne reali. Ci sono statue di tre personaggi femminili immaginari: Alice nel Paese delle Meraviglie, Mamma Oca e Giulietta di William Shakespeare, che appare con Romeo.

Nel 2014, un gruppo volontario senza scopo di lucro chiamato Monumental Women, composto da sostenitrici dei diritti delle donne, storici e leader della comunità, ha iniziato a rompere quello che hanno chiamato il “soffitto di bronzo” e sviluppare una statua raffigurante donne vere. Con l’aiuto di Girl Scouts, fondazioni private e altri, hanno raccolto $ 1,5 milioni in finanziamenti privati ​​per un monumento dedicato ad una donna ‘reale’.

L’attuale progetto è il risultato di un lungo processo che ha comportato vari cambiamenti, tra cui l’aggiunta tardiva di Sojourner Truth, abolizionista afroamericano e attivista per i diritti delle donne, nata in schiavitù ma fuggita in libertà nel 1826.

Originariamente includeva Anthony, un scrittrice, docente e abolizionista che ha combattuto per il diritto di voto e di proprietà delle donne; Stanton, un’altra figura di spicco nel movimento per i diritti di voto delle donne, abolizionista e autrice; e una pergamena con un elenco di altre 17 donne coinvolte nel movimento femminile dal 1848 al 1920.

Il Boston Women’s Memorial, presenta statue raffiguranti Abigail Adams, moglie e madre di due presidenti degli Stati Uniti e un difensore dei diritti delle donne; abolizionista e suffragista Lucy Stone; e Phillis Wheatley, un ex schiavo che divenne un prodigio letterario.

La statua si troverà sulla passeggiata letteraria del parco. La presentazione è prevista per il 26 agosto 2020, in occasione del centesimo anniversario del 19 ° emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti, che sanciva il diritto di voto delle donne.
Fonte