Agricoltura su Marte: Ricercatori inventano aerogel adattabile al suolo arido e tossico

Tempo di lettura: 2 minuti

I ricercatori di Harvard hanno inventato un aerogel che dovrebbe trasformare il di in una superficie sufficientemente accogliente da ospitare piante commestibili.

Gli scienziati hanno in programma di distribuire piastre composte da un aerogel specifico su Marte. Sulla superficie dove saranno apposti, l’arido suolo di Marte dovrebbe trasformarsi in terra arabile.

Le piastre di aerogel funzionano imitando l’effetto serra della Terra, che intrappola l’energia del sole attraverso l’anidride carbonica e altri gas. Collocati nelle aree giuste, riscalderanno il suolo di Marte e scioglieranno il ghiaccio sotterraneo.

L’aerogel delle piastre è composto per il 97% di aria, il restante 3% assume la forma di un filetto di silice che lo struttura.

I ricercatori di Harvard e della NASA hanno dimostrato che oltre a trattenere abbastanza calore per sciogliere l’acqua nel suolo marziano, fogli di aerogel di silice di spessore 2-3 cm bloccano i dannosi raggi UV e lasciano che la luce sia visibile per la fotosintesi. Questo insieme di funzionalità crea uno spazio favorevole allo sviluppo di una vita vegetale.

Il più fattibile a breve termine sarebbe un test su piccola scala con un carrello robotico. A più lungo termine, potrebbe essere utilizzato a supporto delle missioni di esplorazione umana, e possibilmente per produrre habitat con una lunga vita e il più autonomo possibile.

Fonte
siecledigital.fr

photo courtesy by Nasa

.:.

Note dal forum newmars.com

La massima irradiazione solare su Marte è di circa 590 W / m2 rispetto a circa 1000 W / m2 sulla superficie terrestre. L’intensità del Sole su una zona orizzontale della superficie terrestre di 590 W / m2 si verifica quando il Sole si trova a soli 36 gradi sopra l’orizzonte. Ad esempio, l’intensità massima del Sole, a mezzogiorno locale su Marte, con il Sole direttamente sopra la testa, è all’incirca la stessa intensità del Sole sulla Terra a mezzogiorno del 15 febbraio a Minneapolis, MN o Portland, Oregon. L’isola del Devon è la più grande isola disabitata della Terra. Si trova a 75oN e ha caratteristiche superficiali che ricordano fortemente la superficie di Marte. Essendo così a nord, l’isola del Devon ha un’irradiazione solare simile all’irradiazione solare sull’equatore marziano. Tranne un breve periodo di giugno, l’intensità del sole sull’isola di Devon non supera mai l’intensità solare su Marte.