Affresco raffigurante gladiatori scoperto a Pompei

Tempo di lettura: 1 minuto

L’affresco è di 3 piedi per 4,5 piedi e raffigura la fine di uno scontro tra due gladiatori, un murmillo e un tracio. Un combattente “Murmillo” che indossa un elmo piumato con visiera larga, tiene in mano il suo grande scudo rettangolare nella mano sinistra, mentre afferra la sua spada corta nella destra.

Sul terreno di fronte al vincitore si trova lo scudo del “Thraex” sconfitto che ha subito ferite profonde ed è sul punto di crollare, secondo Phys.org.

Gli del Parco di Pompei hanno scoperto la suggestiva scena in oro, blu e rosso su un muro sotto una scala in quella che si credeva fosse una taverna. “Molto probabilmente l’affresco decorava un luogo usato dai gladiatori, forse un abbeveratoio. frequentato anche da prostitute ”, afferma Massimo Osanna, direttore generale del parco , riferisce l’ Associated Press.

“Siamo nella Regio V, non lontano da dove c’era una caserma per gladiatori, dove tra l’altro c’erano che si riferivano a questo mondo. Di particolare interesse per questo affresco è la rappresentazione estremamente realistica delle ferite “, ha detto Osanna, aggiungendo che il risultato della lotta è sconosciuto. Il gladiatore perdente sta alzando il dito per “implorare pietà”, ha osservato.

Le rovine di Pompei nell’Italia meridionale sono il secondo sito turistico più visitato del paese, dopo il Colosseo a Roma, con oltre 3,6 milioni di visitatori nel 2018. Nell’ambito del progetto di multimilionario, l’antica città sta subendo il suo scavi più estesi dagli anni ’50, gli archeologi stanno rimuovendo tonnellate di detriti dalle aree sepolte a lungo della città.

Fonti
Phys
Associated Press
Parco Archeologico Pompei