Accordo di libero scambio tra l’Unione europea e il Mercosur

Chiquita Brands International Inc. bananas are arranged for a photograph at Union Street Produce Co. in San Francisco, California, U.S., on Tuesday, Feb. 19, 2013. Chiquita Brands International Inc. is expected to release quarterly earnings data on Feb. 21. Photographer: David Paul Morris/Bloomberg via Getty Images

Tempo di lettura: 5 minuti

L’ accordo di tra l’ e il è uno scambio sul quale l’ UE e il hanno raggiunto in linea di principio nel 2019.

L’accordo è stato annunciato al vertice del G20 di Osaka del 2019 dopo vent’anni di negoziati. Sebbene vi sia un accordo in linea di principio, i testi finali non sono stati finalizzati, firmati o ratificati e pertanto non sono entrati in vigore. Se ratificato, rappresenterebbe il più grande accordo commerciale concluso dall’UE e dal Mercosur in termini di cittadini coinvolti.

L’accordo commerciale fa parte di un accordo di associazione più ampio tra i due blocchi, attualmente in fase di negoziazione.

L’accordo è arrivato dopo vent’anni di trattativa. I colloqui sono iniziati nel 1999 [2] ma si sono arrestati prima di riacquistare slancio nel 2016. [4] I colloqui si sono susseguiti per anni a causa dell’opposizione dei produttori europei di carne bovina , in particolare i piccoli agricoltori che temevano di essere ridotti del prezzo dalle importazioni dal Brasile , il più grande produttore mondiale di carne bovina . [5] Molti governi del Sud America in questo momento preferivano la “cooperazione sud-sud” allo sviluppo di legami con l’Europa, mentre i governi europei avevano allo stesso modo altre priorità. [6]

L’uso crescente delle politiche protezionistiche da parte dei leader nazionali ha stimolato il rinnovo dei colloqui nel 2016.

L’UE potrebbe sperare che l’accordo rappresenti una rottura significativa in questo rinnovamento globale del protezionismo.

Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha citato l’accordo come un’approvazione del “commercio basato su regole” in un momento di crescente protezionismo.

Il Mercosur potrebbe sperare di utilizzare l’accordo come modello per futuri affari futuri.

I presidenti del Mercosur hanno già dichiarato di voler raggiungere accordi commerciali con il Canada e l’ EFTA .

Presidente dell’ArgentinaMauricio Macri ha affermato che l’accordo con l’UE “non è un punto di arrivo ma di partenza”.

L’UE è già il principale partner commerciale e di investimento del Mercosur.

Il 20,1% delle esportazioni del blocco commerciale è andato nell’UE nel 2018.

Le esportazioni di Mercosur verso l’UE in quell’anno avevano un valore di 42,6 miliardi di euro, mentre le esportazioni dell’UE verso i paesi del Mercosur valevano 45 miliardi di euro .

Le maggiori esportazioni del Mercosur verso i paesi dell’UE sono prodotti agricoli come alimenti , bevande e tabacco , prodotti vegetali tra cui soia e caffè , carne e altri prodotti animali .

Le maggiori esportazioni europee verso il Mercosur comprendono macchinari , mezzi di trasporto e prodotti chimici e farmaceutici .

L’UE ha esportato servizi per un valore di 23 miliardi di euro nel blocco commerciale sudamericano nel 2017 mentre circa 11 miliardi di servizi sono arrivati ​​dal Mercosur in Europa.

Nonostante il valore della negoziazione, permangono tariffe significative, il che significa che una potenziale espansione dei mercati dovrebbe essere rimossa.

L’UE desidera un maggiore accesso per i suoi manufatti, in particolare le automobili , che devono affrontare tariffe del 35% e un maggiore accesso ai contratti per le sue aziende e per la vendita di vino e formaggi .

L’obiettivo principale dei paesi del Mercosur è di aumentare le vendite di prodotti agricoli.

Caratteristiche

Stati membri dell’Unione Europea
La popolazione combinata delle due regioni significa che l’accordo coinvolgerebbe una popolazione di 780 milioni. È il più grande accordo di libero scambio concordato dal Mercosur dal lancio del blocco nel 1991. Rappresenta anche il più grande accordo commerciale dell’UE fino ad oggi in termini di riduzione delle tariffe.

Per il Mercosur l’accordo elimina il 93% delle tariffe per l’UE e concede un “trattamento preferenziale” per il restante 7%.

L’accordo consentirà un maggiore accesso al mercato europeo dei prodotti agricoli del Mercosur, in particolare carne bovina , pollame , zucchero ed etanolo .

L’accordo sarà probabilmente positivo anche per gli esportatori di succhi brasiliani e gli esportatori di pesce argentino .

L’accordo eliminerà inoltre il 91% delle tariffe sulle esportazioni dell’UE verso i paesi del Mercosur.

Secondo il Financial Times, “Alcune delle vittorie più importanti per l’Europa includono l’abbattimento dei dazi su automobili e parti di automobili , prodotti chimici, macchinari e tessuti e un migliore accesso al mercato del vino e del formaggio dell’UE”.

Secondo la Commissione europea verranno risparmiati dazi per un valore di 4,5 miliardi di euro.

L’accordo include una clausola di standstill in base alla quale le tariffe rimanenti non saranno aumentate al di sopra di una tariffa concordata.

L’ambito di applicazione dell’accordo va oltre le tariffe. Include un maggiore accesso agli appalti pubblici e la protezione delle specialità alimentari regionali. Saranno istituite garanzie legali per proteggere 357 prodotti alimentari e bevande europei dall’imitazione, tra cui il Prosciutto di Parma e Fromage de Herve . Anche le procedure doganali saranno semplificate nell’ambito dell’accordo. Se ratificato, sarà gradualmente suddiviso in oltre 15 anni.

Opposizione

L’accordo è stato denunciato da agricoltori europei di carne bovina, attivisti ambientali e attivisti per i diritti degli indigeni . Hanno avuto luogo proteste contro l’accordo. Dopo che il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha ricevuto molte critiche in merito alla protezione della foresta pluviale amazzonica , sia l’ Irlanda che la Francia hanno espresso preoccupazione e hanno minacciato di porre il veto sull’accordo a meno che il governo brasiliano non avesse intrapreso un’azione.

Agricoltori europei
L’accordo dovrebbe innescare un enorme aumento delle esportazioni di carne bovina brasiliana in tutti i paesi dell’UE . In base all’accordo, l’UE aprirà i suoi mercati a una quota fino a 99.000 tonnellate di carne bovina all’anno a un tasso preferenziale del 7,5% delle tariffe.

Gli agricoltori in tutta l’UE si oppongono a questo, in particolare gli agricoltori più piccoli che temono di essere inferiori ai prezzi.

Il sindacato COPA-COGECA , che rappresenta 23 milioni di agricoltori in tutta l’UE, ha avvertito che l’accordo “passerà alla storia come un momento molto oscuro”.

L’ Irish Farmers ‘Association ha denunciato l’accordo come un “esaurimento vergognoso e debole”.

Desta preoccupazione anche il potenziale impatto ambientale dell’accordo, in particolare che potrebbe rappresentare una battuta d’arresto nella lotta ai cambiamenti climatici .

La foresta pluviale amazzonica è uno dei più grandi pozzi di carbonio del mondo .

Ma la quantità di carbonio che l’Amazzonia sta assorbendo dall’atmosfera e immagazzina ogni anno è diminuita di circa un terzo nell’ultimo decennio.

Questo calo del pozzo di assorbimento del carbonio dell’Amazzonia ammonta a un miliardo di tonnellate di anidride carbonica , equivalente a oltre il doppio delle emissioni annuali del Regno Unito .

Dall’elezione di Jair Bolsonarocome si è intensificata la deforestazione dell’Amazzonia da parte del Presidente del Brasile .

La deforestazione dell’Amazzonia è ora al suo tasso più alto in un decennio, con il 2018 che ha visto un aumento del 13% nella deforestazione.

L’allevamento di bestiame è il principale motore della deforestazione amazzonica ed è stato responsabile fino all’80% della deforestazione.

L’attuale aumento del tasso di distruzione della foresta pluviale arriva in un momento di record di esportazioni di carne bovina dal Brasile.

Il timore è che l’accordo possa portare a una deforestazione ancora maggiore in quanto espande l’accesso al mercato delle carni bovine brasiliane.

I leader dell’UE hanno risposto alle critiche affermando che i termini dell’accordo non contravvengono agli obiettivi dell’accordo sul clima di Parigi e che l’accordo commerciale evidenzia un impegno a “commercio basato su regole”.

Eppure, come Jonathan Wattssottolinea, “ci sono innumerevoli segnalazioni di violazione delle regole da parte delle aziende di carne brasiliane”.

Molti esperti ritengono che le disposizioni ambientali nell’attuale testo dell’accordo siano “senza denti” in quanto prive di poteri di applicazione

Il Brasile è un firmatario dell’accordo di Parigi sul clima, ma il presidente Bolsonaro lo ha criticato e ha minacciato di estromettere il Brasile . Come accennato in precedenza, la deforestazione dell’Amazzonia si è intensificata sotto Bolsonaro. È stato accusato di indebolire il ministero ambientale del Brasile , incoraggiando l’espansione dell’agricoltura e delle miniere nell’area e chiudendo un occhio sulla distruzione illegale.

L’attuale ministro dell’ambiente,Ricardo Salles , ha imposto il minor numero di multe per deforestazione illegale in un decennio.

Fonte
wikipedia.org