Abu Dhabi, Congresso mondiale Energia Settembre 2019

Tempo di lettura: 2 minuti

Una dozzina di internazionali scenderanno ad Abu Dhabi per il Congresso mondiale sull’energia a settembre 2019, mentre la capitale degli Uniti si prepara ad ospitare i dirigenti di Total, BP ed Eni, nonché i responsabili delle politiche energetiche.

Il vertice triennale, l’evento di punta del World Council con sede a Londra, si svolgerà per la prima volta nel dal 9 al 12 settembre, attirando investitori e leader di pensiero che guarderanno al futuro oltre gli idrocarburi.

Il World Energy Congress, che si tenne per la prima volta nel 1924 a Londra, ha ospitato numerosi illustri collaboratori del settore energetico del mondo moderno, tra cui Albert Einstein, che parlò al vertice di Berlino del 1930.

Quest’anno, il congresso aggiungerà un secondo evento energetico di alto profilo, oltre all’annuale Mostra e Conferenza internazionale sul di Abu Dhabi, al calendario della capitale degli . Opec e i suoi alleati si stanno anche riunendo per la riunione del comitato tecnico congiunto verso la fine dell’evento di quattro giorni del 12 settembre. Si prevede che circa 15.000 persone parteciperanno al congresso di quest’anno, tra cui 70 ministri e 500 dirigenti di 150 paesi.

L’evento prenderà il via con una sessione che esplora un futuro oltre il petrolio con una conversazione con l’ex capo della BP John Browne, che ora dirige L1 Energy. Il primo giorno si aprirà anche con relatori ministeriali tra cui il ministro dell’energia degli Emirati Arabi Uniti, Suhail Al Mazrouei, il ministro degli affari energetici dell’Arabia Saudita Abdulaziz bin Salman Al Saud, nonché il ministro di Stato degli Emirati Arabi Uniti e capo della nazionale di Abu Dhabi, il dott. Sultan Al Jaber.

I capi di Total ed Eni, Patrick Pouyanne e Claudio Descalzi, entrambi i principali attori a monte interessati ad adottare energia più sostenibile, parleranno del loro perno il primo giorno, che vedrà anche discussioni su come l’ potrebbe essere un combustibile per il futuro.

Anche l’ farà parte del dialogo, così come l’automazione, che sarà al centro dei dirigenti di EDF e del produttore di telecomunicazioni Huawei. Sarà anche esplorata l’evoluzione del nucleare nel mix energetico.

L’evento di quattro giorni si concluderà con le osservazioni conclusive del ministro dell’energia russo Alexander Novak, il cui paese ospiterà la prossima edizione del congresso a Mosca nel 2022.

L’industria energetica viene sottoposta a un esame più attento poiché i cambiamenti climatici e il futuro dei attirano più attenzione e , il congresso di quest’anno si concentrerà sulla transizione verso l’energia verde.

Fonte