8 Marzo, La Giornata internazionale della donna

Tempo di lettura: 3 minuti

La prima osservanza della Giornata della donna, chiamata “”, si tenne il 28 febbraio 1909 a New York City , organizzata dal Partito socialista americano su suggerimento dell’attivista Theresa Malkiel .

Ci sono state affermazioni secondo cui il giorno commemorava una protesta di donne lavoratrici dell’abbigliamento a New York l’ 1857, ma i ricercatori Kandel e Picq lo hanno descritto come un mito creato per “staccare la Giornata internazionale della donna dalla sua storia sovietica in per dargli un’origine più internazionale “.

Le Nazioni Unite hanno iniziato a celebrare la Giornata internazionale della donna nell’Anno internazionale della donna , nel 1975. Nel 1977, l’ Assemblea generale delle Nazioni Unite ha invitato gli Stati membri a proclamare l’8 marzo la Giornata delle Nazioni Unite per i diritti delle donne e la pace mondiale .

La Giornata internazionale della donna ha scatenato la violenza a Teheran , in Iran, il 4 marzo 2007, quando la polizia ha picchiato centinaia di uomini e donne che stavano organizzando una manifestazione. (Una precedente manifestazione per l’occasione si era tenuta a Teheran nel 2003.)

La polizia ha arrestato dozzine di donne e alcune sono state rilasciate dopo diversi giorni di isolamento e interrogatorio.

Shadi Sadr , Mahbubeh Abbasgholizadeh e molti altri attivisti della comunità sono stati rilasciati il ​​19 marzo 2007, ponendo fine a uno sciopero della fame di quindici giorni.

Nel ventunesimo secolo, in Occidente, la giornata è stata sempre più sponsorizzata dalle grandi società e utilizzata per promuovere messaggi di benessere, piuttosto che radicali riforme sociali.

Il giorno è una festa ufficiale in Afghanistan, Angola, Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Burkina Faso, Cambogia, Cina (solo per donne), Cuba, Georgia, Guinea-Bissau, Eritrea, Kazakistan, Kirghizistan, Laos, Madagascar (solo per donne), Moldavia, Mongolia , Nepal, Russia, Tagikistan, Turkmenistan, Uganda, Ucraina, Uzbekistan, Vietnam, e Zambia.

In alcuni paesi, come il Camerun, Croazia, Romania, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria e Cile, il giorno non è un giorno festivo, ma è ampiamente osservato ciò nonostante.

In questo giorno è consuetudine che gli uomini donino alle donne nella loro vita – amici, madri, mogli, fidanzate, figlie, colleghi, ecc. – fiori e piccoli doni (anche se a molti questo sembra orribilmente vecchio stile e piuttosto manca il punto).

In alcuni paesi (come la Bulgaria e la Romania) è anche osservato come un equivalente della festa della mamma, in cui i bambini regalano anche piccoli regali alle loro madri e nonne.

In Russia, la giornata ha perso tutto il contesto politico nel tempo, diventando semplicemente un giorno per onorare le donne e la bellezza femminile.
Nella Repubblica socialista cecoslovacca , ogni anno si tenevano grandi celebrazioni in stile sovietico. Dopo la caduta del comunismo, la festività, generalmente considerata uno dei principali simboli del vecchio regime, cadde nell’oscurità.

La Giornata internazionale della donna è stata ristabilita come “giorno importante” ufficiale dal Parlamento della Repubblica Ceca nel 2004 su proposta dei socialdemocratici e comunisti . Ciò ha suscitato alcune controversie in quanto gran parte del pubblico e il diritto politico vedono le vacanze come una reliquia del passato comunista della nazione.

La mimosa gialla è il simbolo di IWD in Italia.

La giornata è ampiamente celebrata in Francia , come Journée internationale des femmes . Per celebrare la giornata in Italia, gli uomini regalano mimose gialle alle donne.

La politica comunista Teresa Mattei scelse la mimosa nel 1946 come simbolo dell’IWD in Italia perché sentiva che i simboli francesi dell’epoca, le viole e il mughetto , erano troppo scarsi e costosi per essere usato efficacemente in Italia.

Negli Stati Uniti, l’attrice e attivista per i diritti umani Beata Pozniak ha lavorato con il sindaco di Los Angeles e il governatore della California per fare pressione sui membri del Congresso degli Stati Uniti per proporre il riconoscimento ufficiale della vacanza. Nel febbraio 1994, su suggerimento di Beata Pozniak , l’HJ Res.

Il disegno di legge è stato successivamente rinviato ed è rimasto in seno al comitato della Camera per gli uffici postali e la pubblica amministrazione. Nessun voto di entrambe le case del Congresso è stato raggiunto su questo atto legislativo.

A partire dal 2019, la Giornata internazionale della donna sarà celebrata anche come festività pubblica nello stato federale di Berlino, Germania.

In Pakistan , Aurat March ha sfidato la misoginia dal 2018.

Nel 2020, questa giornata è stata interrotta per la pandemia del Coronavirus, ma la festa rimane comunque nei nostri cuori e con tutte quelle donne che, ogni giorno, sono presenti ovunque e dovunque con le loro concrete azioni.

Fonte : wikipedia.org