500 migranti sono morti nelle Americhe

Tempo di lettura: 1 minuto

L’Organizzazione internazionale per le migrazioni ha inserito la cifra totale di morti a 514 nel suo Progetto Migranti Mancanti per Migrazione – quasi un terzo in più rispetto ai decessi registrati entro questo periodo dell’anno scorso.

Lo IOM ha affermato che i decessi hanno raggiunto i 500 umani all’inizio di quest’anno, rispetto a qualsiasi altro degli ultimi sei.

La 500a morte non è stata registrata l’anno scorso fino a ottobre. La principale causa di morte è per .

“Le turbolenze in Venezuela – – dove oltre quattro milioni di migranti hanno lasciato il Paese dal 2015 – – potrebbero spiegare gran parte dell’impennata del 2019 nei decessi registrati”, ha detto lo IOM .

Secondo l’analisi, circa la metà dei decessi dei migranti è avvenuta al confine tra Stati Uniti e Messico. Il resto è stato visto più a sud, in America Centrale, nelle isole dei Caraibi e in Sud America.

L’OIM ha affermato a livello globale che 43.500 migranti e rifugiati sono entrati in Europa via mare finora quest’anno, con un calo del 31% rispetto ai 63.000 dello scorso agosto.

Fonte