2.000 aziende tedesche si sono ritirate dalla Russia

Tempo di lettura: 2 minuti

Le compagnie tedesche continuano a ritirarsi dalla , concludendo le operazioni a seguito delle sanzioni statunitensi e del declino della domanda di solventi.

Nei cinque anni trascorsi dall’annessione della alla Russia, le sue relazioni con l’Occidente sono notevolmente peggiorate e quasi 2.000 aziende tedesche hanno lasciato il mercato russo, riferisce Deutsche Welle , citando i dati della Camera di commercio estero russo-tedesca.

Alla fine del 2019, in Russia operavano 4.274 società con capitale tedesco, contro le 6.200 del 2014.

Nell’ultimo anno, il numero è diminuito dell’8%, ovvero 370 aziende.

“L’America dovrebbe smettere di continuare la spirale di sanzioni a spese delle società tedesche ed europee”, ha lamentato Matthias Schepp, capo della camera. Ad esempio, ha citato il progetto Nord Stream 2, che è costato € 10 miliardi ed è ora sotto sanzioni, con solo 160 km di gasdotto rimanenti. La guerra delle sanzioni contro l’Occidente ha bloccato il flusso di nuovi tedeschi in Russia, confermano le statistiche della Banca di Russia.

All’inizio del 2014, le detenevano in Russia $ 18,9 miliardi come partecipazione diretta al capitale di società e strumenti di debito russi e, nell’estate del 2019, l’importo era praticamente invariato ($ 19,2 miliardi).

La Russia apprezza la volontà delle compagnie tedesche di operare nel paese “qualunque sia la situazione politica”, ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin il 6 dicembre in una riunione annuale con i delegati del Comitato tedesco per le relazioni economiche dell’, che riunisce più di 200 imprese, tra cui principali sindacati industriali.

Putin ha affermato che il governo russo è riuscito a garantire la “stabilità macroeconomica” nel paese, con il PIL in crescita e l’ (3,2%) e la disoccupazione (4,6%) hanno raggiunto livelli record.

“Siamo interessati a garantire che gli uomini d’affari stranieri, compresi quelli tedeschi, si sentano il più a loro agio nel mercato russo. Stiamo adottando misure per migliorare il clima degli affari e degli investimenti nel nostro paese “, ha affermato il presidente russo.

Fonte : uawire.com