World, Salute: Nasce il GVN (Global Virus Network)

Il Global Virus Network (GVN) è una nuova organizzazione con autorità globale dotata di risorse proprie e finalizzata all’identificazione, alla ricerca e al controllo di malattie virali potenzialmente pandemiche e pericolose per tutto il mondo; voluto da Robert Gallo, ricercatore di fama mondiale per la scoperta dei primi retrovirus umani patogeni, tra cui l’HTLV-1 (agente causale di una forma di leucemia dell’adulto) e co-scopritore del virus HIV, e Direttore dell’Institute of Human Virology dell’University of Maryland School of Medicine di Baltimora (Usa), il programma GVN ha preso il via all’inizio di marzo nei locali dell’Ambasciata d’Italia a Washington DC durante un meeting in cui esperti virologi di fama internazionale provenienti da oltre dodici nazioni si sono incontrati e hanno ratificato l’accordo firmando una Dichiarazione di Partecipazione e Supporto al programma GVN. Fin dai primi anni ’80 e dopo l’iniziale epidemia di HIV/AIDS, Gallo ha iniziato a promuovere lo sviluppo di collaborazioni su scala globale per superare gli ostacoli nella ricerca nelle fasi iniziali delle epidemie virali e per garantire che un numero sufficiente di virologi medici fossero formati per far fronte a queste sfide: “Dal momento in cui è comparso l’HIV/AIDS – spiega Gallo – ho fortemente creduto che una rete di coordinamento e supporto dei migliori virologi mondiali avrebbe servito meglio l’interesse dell’intera umanità per fronteggiare gli esistenti e nuovi pericoli derivanti da malattie virali. Il GVN è la risposta a questa ‘mission'”. A rappresentare l’Italia Luigi Chieco-Bianchi dell’Università di Padova, eletto come Direttore del GVN per l’Italia, presente al meeting con Guido Poli dell’Istituto Scientifico San Raffaele di Milano e Luigi Buonaguro dell’Istituto Nazionale dei Tumori “G. Pascale” di Napoli. ADUC

Related posts

Leave a Comment