World, Prodotti commestibili: 1,3 miliardi di tonnellate finisce in discarica

Negli Stati Uniti e in Europa sono i supermercati e i consumatori finali ad avere le colpe maggiori. Ogni famiglia americana butta via cibo per 1.375 dollari all’anno e un quarto dell’acqua consumata globalmente viene usata per far crescere frutta e verdura che nessuno mangerà mai, e per sfamare animali che verranno macellati per finire dritti in discarica. Tutta l’anidride carbonica prodotta per lavorare, confezionare e trasportare prodotti, che non mangeremo, equivale a quella prodotta da un quarto delle auto in circolazione nel mondo. In Africa e nel sud-est asiatico invece il cibo sembra sparire nel nulla prima di arrivare ad essere venduto. Nella nostra Europa i cibi maggiormente sprecati sono: patate con il 52% della produzione totale, frutta e verdura con il 47%, cereali con il 34%, pesce con il 31% e carne con il 22%. L’Italia, dopo gli USA, l’Inghilterra e la Francia, è tra le prime nazioni in classifica per lo spreco alimentare. L’uomo non ha bisogno di avere a disposizione fragole e peperoni d’inverno come non ha bisogno di poter sempre scegliere tra dieci diversi tipi di carne!

Notizia estratta da questa fonte

Related posts