ARCHIVIO ATTUALITA' 

Wikipedia rischia di scomparire per nuova legge europea Diritto d’Autore?

La proposta di direttiva sul diritto d’autore nel mercato unico digitale dell’Unione europea, indicata con il codice 2016/0280(COD), ha l’obiettivo di armonizzare il quadro normativo comunitario del diritto d’autore nell’ambito delle tecnologie digitali e in particolare di Internet. La commissione giuridica del Parlamento europeo ha approvato la proposta il 20 giugno 2018, con un ulteriore voto da parte di tutto il Parlamento necessario prima che diventi legge.

Le proposte contenute nella direttiva europea includono, tra l’altro, la possibilità per gli editori di chiedere il pagamento per l’uso di brevi frammenti di testo, che i siti web a scopo di lucro che ospitano principalmente contenuti pubblicati dagli utenti adottino misure “efficaci e proporzionate” per prevenire la pubblicazione non autorizzata di contenuti protetti da copyright e le eccezioni al diritto d’autore per l’estrazione di testi e dati da parte di istituti di ricerca scientifica.

Poiché sia le licenze che le eccezioni sono stabilite su base nazionale, gli articoli 11 e 13 frammenterebbero il mercato dell’UE in contrasto con l’obiettivo dichiarato della direttiva. Il membro britannico del parlamento Stephen Doughty vorrebbe inoltre che certi filtri sulle pubblicazioni online venissero implementati anche per prevenire la comparsa di “materiale estremista” su Internet.

La direttiva è stata proposta dalla Commissione europea il 14 settembre 2016,[1] in seguito alla comunicazione del dicembre 2015 Verso un quadro normativo moderno e più europeo sul diritto d’autore, che auspicava un aggiornamento della normativa europea in materia di diritto d’autore.

Il 25 maggio 2018, il Comitato dei rappresentanti permanenti del Consiglio dell’Unione europea ha approvato un testo. Un diverso testo è stato approvato dalla Commissione giuridica del Parlamento europeo (JURI) il 20 giugno 2018, con voto a favore di PPE, ALDE ed Europa delle Nazioni e della Libertà, la contrarietà di Verdi e Sinistra Europea e l’astensione dei Conservatori; si sono invece divisi tra favorevoli e contrari sia i Socialisti e Democratici che Europa della Libertà e della Democrazia Diretta.

Questa decisione deve essere confermata dal Parlamento europeo in una seduta plenaria, prevista per luglio 2018. La votazione finale è prevista per dicembre 2018 o gennaio 2019.

L’enciclopedia no-profit online Wikipedia in italiano per protesta, a partire dalla mattina del 3 luglio 2018, ha temporaneamente bloccato l’accesso alle proprie pagine al fine di sensibilizzare sul tema, lasciando intendere che la modifica avrebbe potuto comportare persino la chiusura della stessa piattaforma.

Cionondimeno un articolo del Corriere della Sera, pubblicato il 3 luglio 2018, ha fatto notare che la direttiva non riguarda le enciclopedie no-profit online, così come tutti i siti web non commerciali e ciò sarebbe scritto nell’articolo 2 della direttiva.

Pertanto Wikipedia non dovrebbe subire sensibili danni o variazioni a causa della direttiva. Tale esenzione non è però certa, perché anche se Wikipedia è di per sé un sito no-profit (oltre che un’enciclopedia online) il materiale in essa contenuto ha una licenza d’uso che permette il riuso a scopo commerciale. Inoltre tale eccezione ad hoc sembra nascere come esca per nascondere la limitazione della libertà di espressione per altri soggetti meno not

LEGGI L’ARTICOLO PER INTERO SU WIKIPEDIA

Related posts