Vuoi diventare un Cavaliere ? Templare od Ospitaliero ?

Quando mi hanno contattata pensavo ad uno scherzo, ed invece era un Cavaliere di uno Ordine residente in Toscana, delegazione di uno che sta in una altra città. Ma andiamo per gradi. Il Cavaliere mi comunica che altri colleghi hanno accettato questa opportunità, quindi ne dovrei essere “onorata”. In effetti sono contenta di questa gentile cortesia, quindi attendo fiduciosa le modalità di inserimento. Ebbene, trascorso qualche mese, puntuale arriva la disponibilità nel partecipare ad un evento, a “Porte chiuse”, in una chiesa XX. Dopo qualche giorno arriva un’altra telefonata, si tratta del “contributo” spese per la partecipazione: 700 Euro. Poi mi viene chiesta la quota di adesione annua: 350 Euro. Ed uno altro contributo “Una Tantum” a vita di 1200 Euro. Ma non è finita. Infatti mancano all’appello mantello ed accessori: 2000 Euro.

A questo punto mi rivolgo ad un collega, Cavaliere, e gli chiedo:”Ma è uno Ordine o una Associazione”. E Lui, gentilmente mi spiega che sono contributi destinate alle spese, ma anche opere ai poveri. Quello che mi chiedo è quando mai nella storia della Chiesa è esistito un Ordine monacale “a tesseramento” ?

Shortlink:

Condividere Articolo

Passare con il mouse sul banner e attendere che esca un elenco; cliccare poi sull'icona del social net che riteniamo più opportuno divulgare la notizia ed seguire la procedura richiesta.
Bookmark and Share
Posted by on 23/05/2012. Filed under CULTURA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

0 Responses to Vuoi diventare un Cavaliere ? Templare od Ospitaliero ?

  1. Cavaliere Antonio Formella

    Ve lo immaginate San Bernardo che distribuisce le tessere ai suoi monaci, oppure San Francesco o San Domenico ? D’altronde per rinnovare la tessere di socio dell’ordine monastico sarebbe bastato il baratto, la possibilità di onorare l’iscrizione portando una botte di vino buono oppure del sale o qualche spezia preziosa.

  2. Cavaliere Borra

    Alcun Ministro Generale dell’Ordine dei Templari od Ospitaliere chiese questa ‘remunerazione’. Ovviamente i tempi cambiano e d’altra parte viviamo nel mondo occidentale sviluppato e moderno, al passo con i tempi.

  3. Orlando Prandelli

    Oggi non è ieri; i cosiddetti cavalieri templari moderni non viaggiano più su scomodi destrieri ma con lussuose quattro ruote – anche perché non sarebbe degno d’un cavaliere, dei nostri giorni, raccogliere dalla strada, pena una salatissima multa, sterco di cavallo fumante.

  4. Giacomo Maria Billé

    La vera Chiesa e chi la segue con coerenza, ha il principio di Cristo stesso: gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date!

You must be logged in to post a comment Login