UK, Immigrati: critiche sui test genetici

La formula, che potrà essere usata per gli africani richiedenti asilo in Gran Bretagna, è contenuta in Annex A, modulo standard per motivare il respingimento, predisposto dalla vigilanza delle frontiere Border Agency. La circolare precisa che è un progetto pilota per verificare, scientificamente, se il richiedente asilo che affermi essere somalo -Paese dove è in corso una guerra civile- non provenga invece dal Kenya, e se i bambini che ha con sé siano proprio figli suoi.
Il progetto pilota, in cui il Dna mitocondriale (donne) e il cromosoma y (uomini) vengono analizzati attraverso i geni e gli isotopi dei capelli, ha debuttato in modo piuttosto clandestino. Ma da quando è venuto alla luce gli scienziati si sono messi di traverso: non esiste test genetico che possa dimostrare la nazionalità e non esiste analisi degli isotopi dei capelli che possa dire, esattamente, in quale regione sia nata quella persona. “I geni non rispettano le frontiere nazionali”, sostiene David Balding (Imperial College London) e Mark Thomas (University College London) rincara la dose: “Il piano è orribile. Il Dna mitocondriale non potrà mai rilevare il paese d’origine; questa è pura astrologia genetica”. La pensa così anche James Ehleringer (University of Utah), il maggiore analista di isotopi: quello che arriva nell’organismo attraverso l’acqua e il cibo e lì si deposita non può costituire la prova di una provenienza, men che mai se si analizzano i capelli che crescono in fretta. Se mai le ossa potrebbero dare un quadro migliore (sebbene non esatto), ma le autorità non vi vorranno ricorrere. (Sciencenow 30.9).

Shortlink:

Condividere Articolo

Passare con il mouse sul banner e attendere che esca un elenco; cliccare poi sull'icona del social net che riteniamo più opportuno divulgare la notizia ed seguire la procedura richiesta.
Bookmark and Share
Posted by on 20/11/2009. Filed under ARCHIVIO, ATTUALITA', SALUTE. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

You must be logged in to post a comment Login