UK, Difesa Militare: investimento di 1.32 mln dollari per Sottomarino

Spmmergibile_Astute_UK

Il ministero della Difesa UK stanzierà 1,32 miliardi di dollari per la prossima costruzione di uno, dei 4 sottomarini ultra-invisibile. Il Parlamento britannico ha sostenuto il programma di rinnovo del sistema di armi nucleari Trident a metà luglio.

I nuovi sottomarini invisibili andranno a sostituire quelli nucleari di classe Vanguard, in servizio dal 1990.

I cittadini britannici intervistati non sono per nulla contenti di questi investimenti economici, considerando l’uscita dalla UE e la situazione stagnante del lavoro.

Nel 2007 la UK aveva già presentato «Astute» (Astuto), un nuovo sottomarino della Royal Navy; attualmente è il più grande e potente sommeribile mai realizzato dalla flotta navale di Sua Maestà.

L’«Astute Combat Management System» (ACMS), costruito in oltre sei anni di lavoro presso i cantieri della «Bea-System» nella cittadina di Barrow-in-Furness in Inghilterra, sono: 7800 tonnellate il peso, 97 metri la lunghezza, 2,33 miliardi il costo totale mentre 98 sono le cuccette per il personale di bordo.

Inoltre, potrà lanciare siluri «Spearfish» e missili «Cruise-Tomahawk» ad una lunghezza di 1400 miglia, cioè dal Canale della Manica fino nell’Africa del Nord.

L’Astute però ha avuto vari problemi tecnici e meccanici: durante esercitazioni al largo degli Stati Uniti le pompe di poppa subirono una perdita e alcuni compartimenti furono invasi dall’acqua di mare.

Nel 2010 si incaglio’ sul fondo fangoso al largo dell’isola di Skye, in Scozia: l’episodio fini’ su Youtube. Poi lo scorso anno un grave e sanguinoso episodio: una sparatoria all’interno dell’Astute con un morto e un ferito.

Fonte

Shortlink:

Condividere Articolo

Passare con il mouse sul banner e attendere che esca un elenco; cliccare poi sull'icona del social net che riteniamo più opportuno divulgare la notizia ed seguire la procedura richiesta.
Bookmark and Share
Posted by on 14/08/2016. Filed under ARCHIVIO, ATTUALITA'. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

You must be logged in to post a comment Login