UE, Produttori Ferramenta: Multe antitrust per concorrenza sleale

La Commissione europea ha multato, per un totale di 85,87 milioni di euro, nove produttori europei di ferramenta per finestre per aver costituito un cartello sui prezzi in violazione delle norme antitrust dell’Ue: lo ha annunciato oggi il Commissario alla Concorrenza, Joaquin Almunia, spiegando che tra le società c’‚ anche l’italiana Agb.
“Per oltre sette anni gli acquirenti di finestre di tutta Europa hanno dovuto fronteggiare un cartello – ha detto Almunia -. Siamo fermamente decisi a lottare contro queste pratiche illecite, che vengano da grandi multinazionali o da imprese familiari. Se da una parte abbiamo avuto cura che le multe che abbiamo imposto oggi non fossero eccessive, esse restano alte rispetto al giro d’affari delle imprese e serviranno da monito qualora le imprese pensassero di fare altre intese sui prezzi”.
La Agb, una società di Romano d’Ezzelino, in provincia di Vicenza, ha ricevuto una multa di 2,79 milioni di euro.
La collusione è avvenuta tra novembre 1999 e luglio 2007 e “ha danneggiato gli acquirenti europei di finestre di tutti gli Stati membri dell’Ue e dello Spazio economico europeo”, ha sottolineato la Commissione.
Oltre alla Agb, le società coinvolte sono le tedesche Roto, Gretsch-Unitas, Siegenia, Winkhaus, Hautau, Fuhr e Strenger e l’austriaca Maco. La Roto è stata la prima a fornire informazioni sul cartello e ha ottenuto cosí l’immunità totale. Inoltre, la Gretsch-Unitas e la Maco hanno collaborato nelle indagini e per questo hanno ottenuto sconti sulle multe rispettivamente del 45% e del 25%.

Fonte: ADUC

Related posts

Leave a Comment