ARCHIVIO SOCIETA' 

Turchia. Dai flauti dolci agli affari Offshore

I turchi nullatenenti sono sollecitati dal governo a consumare “prodotti nazionali”. Quello che i potenti fanno coi loro soldi, lo rivelano le fughe di informazioni. Alla scuola elementare ho suonato il flauto dolce. Adesso vengo a sapere che, soffiando nello strumento e coprendo i suoi fori, ho favorito, senza saperlo, un grande scenario imperialistico. Questo scenario lo ha svelato la settimana scorsa Bilal Erdogan, il figlio del presidente. All’inaugurazione dell’Istituto per gli studi di tiro con l’arco, ha dichiarato: “Coloro che non sono riusciti a occupare e tenere Istanbul, hanno…

Read More
ARCHIVIO SICUREZZA 

Turchia acquista da Russia sistema difesa missilistico S-400

La Turchia ha acquistato dalla Russia il sistema di difesa missilistico S-400. Lo riferisce il presidente Recep Tayyip Erdogan, in un’intervista al quotidiano Hurryiet. “Il presidente russo Vladimir Putin e io siamo determinati ad andare avanti su questo tema”, ha confermato Vladimir Kozhin, consigliere di Putin per la cooperazione militare. Related posts / Posts Simili/Correlati: Turchia, trattative acquisto sistema missilistico S-400 by Russia [Top Secret] Aereo Yu-71: in 40 minuti dalla Russia a New York [Difesa] Mediterraneo Centrale, esercitazione interforze Zapad 2017, Esercitazione militare russa Siria, quattro aeree demilitarizzate

Read More

Tortura. La situazione mondiale sta peggiorando

Per migliaia di persone rifugiate in Europa, la citta’ serba di Novi Sad e’ l’ultima fermata prima di arrivare al confine con l’Ungheria, oltre la frontiera dell’Unione Europea che permane militarizzata dopo che da due anni e’ cominciata la crisi dei rifugiati. Per la popolazione serba e’ la memoria viva degli ultimi bombardamenti della Nato contro il regime di Slobodan Milosevic, come ne sono testimonianza i ponti gia’ ricostruiti che, dopo 18 anni, accarezzano di nuovo il Danubio. Related posts / Posts Simili/Correlati: UE, Assistenza Umanitaria: In arrivo 147 milioni…

Read More

Storia del narcotraffico. Il secondo libro del figlio su Pablo Escobar

Nessuno piu’ di Juan Pablo, figlio di Pablo Escobar, il capo del cartello di Medellin che negli anni 80 e inizio dei 90 sconvolse col sangue la Colombia, conosce come il mondo del narcotraffico sia fatto dentro e fuori. Per questo, pensa che il miglior metodo per combatterlo sia “dichiarare la pace alle droghe”. Related posts / Posts Simili/Correlati: Contact USA – Net Neutrality. Decisione Federal Communications Commission (Fcc) Colombia. Come la narco-estetica diventa la norma America Latina, Narcotraffico: La nuova geografia War on drugs. Los Cabos in Baja California/Messico,…

Read More

U.E./Relazione droga Emcdda 2017

L’aumento dei decessi, la costante disponibilità di nuove sostanze psicoattive e la crescente minaccia alla salute rappresentata dagli oppioidi sintetici estremamente potenti sono tra le questioni evidenziate oggi dall’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (EMCDDA), in occasione della presentazione, a Bruxelles, della Relazione europea sulla droga 2017: tendenze e sviluppi. Nella sua panoramica annuale, l’Osservatorio esamina inoltre i segnali della crescente disponibilità di cocaina; gli sviluppi nelle politiche sulla cannabis e il consumo di droghe fra gli studenti. Related posts / Posts Simili/Correlati: USA, Ex-agente DEA a giudizio per…

Read More