Tibet, Resta irrisolta la situazione dei diritti umani

Nel solo Tibet orientale dalla primavera 2008 ad oggi vi sono state oltre 260 proteste pubbliche a dimostrazione del fatto che i Tibetani non si sono ancora arresi all’occupazione cinese. Negli ultimi venti anni è notevolmente aumentata la quantità delle proteste in Tibet ma sono cambiati anche gli attori delle manifestazioni: se negli anni ’90 dello scorso secolo erano soprattutto monache e monaci buddisti ad accettare il rischio dell’arresto con tutte le sue conseguenze, oggi anche scrittori, intellettuali, registi, contadini, nomadi, cantanti, blogger, commercianti e insegnanti partecipano alle manifestazioni. L’ampio…

Read More