ARCHIVIO SOCIETA' 

Messico, La invisibile frontiera dei narco

Tamaulipas, alla frontiera tra Usa e Messico lungo le sponde del Rio Bravo, e’ dove la rivalita’ tra le bande di narcotrafficanti e gli scontri con l’Esercito trasformano questo Stato in una zona di guerra che affligge la popolazione e le migliaia di immigrati che cercano di attraversare la frontiera. Di seguito la descrizione, giorno per giorno, dell’attivita’ di una pattuglia di militari messicani su questa frontiera invisibile che solca questa zona del Paese centroamericano. Related posts / Posts Simili/Correlati: U.E./Relazione droga Emcdda 2017 Narcoguerra messicana. Cartello di Jalisco recluta…

Read More
ARCHIVIO SICUREZZA 

Narcoguerra messicana. Cartello di Jalisco recluta sicari tramite Facebook

Il crimine organizzato ha diversificato i suoi metodi di reclutamento. Le autorita’ di Jalisco hanno scoperto che un cartello del narcotraffico pubblicava annuncia attraversoi Facebook dove offriva lavoro come sondaggisti, guardie del corpo, guardie di sicurezza e polizia locale. Una volta che le persone erano reclutate, le portavano al municipio di Tala, ad un’ora da Guadalajara, la capitale dello Stato, dove li addestravano per farli diventare sicari. La procura locale ha individuato nelle ultime due settimane almeno cinque luoghi di addestramento. Related posts / Posts Simili/Correlati: Rapporto IISS, Narcoguerra nel…

Read More

LA CAVALLERIA MEDIEVALE

La cavalleria è una delle più belle istituzioni nate dal seno della Chiesa nel medioevo. Essa non coincide esattamente con la nobiltà feudale, sebbene sia costituita prevalentemente da nobili e la maggioranza dei baroni feudali siano cavalieri, ma è un ordine distinto, nel quale i nobili si inseriscono mediante una cerimonia chiamata investitura. La nobiltà non è condizione assolutamente indispensabile per diventare cavaliere: vi sono casi di servi armati cavalieri, mentre certi nobili non giunsero mai ad appartenere a questa istituzione. Related posts / Posts Simili/Correlati: Il Credo del Cavaliere…

Read More

Milites Templi

Milites Templi fu una bolla promulgata da papa Celestino II il 9 gennaio 1144 con l’obiettivo di incrementare i privilegi dei Templari. Essa ordina al clero di proteggere e sostenere i Cavalieri templari, e ai fedeli di contribuire alla loro causa, accordando speciali indulgenze ai benefattori e a chiunque faccia donazioni all’Ordine. Con questa bolla il papa inoltre permette ai Templari, una volta all’anno per ogni chiesa o cappella, di raccogliere questue e sollecitare elemosine e di tenerle per sé. Related posts / Posts Simili/Correlati: Ruoli Templari Antica regola dei…

Read More