Pakistan, blasfemia: cristiano condannato a morte

Sawan Masih, cristiano, il 7 marzo del 2013 venne accusato da un giovane musulmano, abitante della baraccopoli cristiana di Joseph Colony di Lahore, di avere calunniato il profeta Maometto. Sawan Masih si difese in tribunale sostenendo che l’islamico lo aveva denunciato per questioni personali e non per l’accusa di blasfemia. Al tempo del fatto, quando si duiffuse la notizia, circa 3.000 musulmani attaccarono Joseph Kolony, bruciando un centinaio di abitazioni, per lo più povere baracche. Related posts / Posts Simili/Correlati: Ordine dello Speron d’Oro Italia, che fine fanno i beni…

Read More