Sahara Occidentale, Repressione dei diritti umani

Le autorità marocchine nel 2016 hanno continuato a reprimere nel Sahara Occidentale manifestazioni politiche pacifiche, a espellere giornalisti o militanti per i diritti umani o impedirgli l’entrata in questi territori. Difensori marocchini dei diritti umani in missioni estere sono stati pesantemente interrogati al loro ritorno in patria. Saharwi arrestati dalle forze di sicurezza sono stati vittime di torture e maltrattamenti. Related posts / Posts Simili/Correlati: Pechino, il ruolo della Cooperazione Italiana (1) Le attività della Cooperazione Italiana in Tunisia Mediterraneo, Crisi migranti: Frontex attacca Ong [Cina] Diritti umani: libertà vera…

Read More