ARCHIVIO SOCIETA' 

Nigeria, Il carburante che ammazza migliaia di bimbi ogni anno

Mentre stai cercando di capire qualcosa, decina di migliaia di bimbi sono morti in Nigeria. Solo nel 2012 qualcosa come 16.000 sono morti durante il loro primo mese di vita grazie agli effetti devastanti per la salute dalle esalazioni del petrolio. Sono morti evitabili. Il 70%, circa 11.000, sarebbero sopravvissuti almeno il primo anno se non fossero stati esposti agli idrocarburi durante la propria quotidianita’, secondo lo studio “The effect of oil spills on infant mortality: Evidence fronm Nigeria” (gli effetti del petrolio sulla mortalita’ infantile: il caso della Nigeria),…

Read More

Pronti soccorso: piano aziendale per gestire sovraffollamento

Aumento del personale sanitario con team aggiuntivi dedicati all’assistenza dei pazienti, incremento di posti letto “flessibili” per garantire i ricoveri, potenziamento dei percorsi di fast track per le urgenze e incremento straordinario delle risposte di continuità assistenziale sul territorio per le dimissioni complesse. Related posts / Posts Simili/Correlati: Farmaci biosimilari per i malati reumatici, il Tar ha respinto i ricorsi delle aziende farmaceutiche [FIRENZE] OSPEDALE ANNUNZIATA, LICHEN SCLEROSO VULVARE: CURE SPERIMENTALI “Telecardiologia”, attivata undicesima postazione nel presidio Morgagni Decreto vaccini. Il Collegio Ipasvi Firenze: «è necessario formare gli infermieri a…

Read More

[Cina] Ambiente: Inquinamento provoca oltre 100mila morti

Il consumo esponenziale di prodotti cinesi in Ue e Usa e’ legato a quasi 110.000 morti premature ogni anno in Cina grazie all’inquinamento dell’aria provocata dalla produzione. I cittadini dei Paesi ricchi hanno computer, telefonini e giochi economici, e le multinazionali guadagnano molto denaro, ma in cambio ci sono centinaia di migliaia di morti nel Paese asiatico. Il nuovo studio, diretto dell’economista Dabo Guan, e’ il primo che calcola gli impatti sanitari transfrontalieri del commercio internazionale e l’inquinamento atmosferico ad esso collegato. Il lavoro, che e’ pubblicato oggi sulla rivista…

Read More

Giappone (Fukushima), Nucleare: Il Plutonio nel reattore 3

Nel reattore 3 della centrale di Fukushima (Giappone), probabilmente è sottovalutato il problema; l’allarme è nel tipo di combustibile che veniva usato: uranio e plutonio (MOX). Si continua a parlare dei pericolosi radioisotopi Cesio137 e Iodio131 ma poco di plutonio del quale basta inalarne quantita’ millesimali per avere il cancro ai polmoni o quello al fegato e alle ossa per ingestione. Per inciso ricordiamo che il plutonio239 ha un decadimento di 24.100 anni (!) e viene usato per produrre bombe atomiche. Perche’ veniva usata la miscela MOX? Risposta: costa di…

Read More