U.E. Indagine su Poverta’. Italia in ascesa costante

Secondo Eurostat, in Italia il 28,7% della popolazione e’ minacciata di poverta’ e esclusione sociale contro il 25,5% del 2008. In assoluto il numero di persone e’ passato da 15,08 milioni di persone a 17,47 milioni. I dati per l’Italia risalgono al 2015. Rispetto alla popolazione, fanno peggio dell’Italia solo Bulgaria (40,4%), Grecia (35,6%), Lituania (30,1%) e Romania (38,8%). Related posts / Posts Simili/Correlati: Non dimentichiamo le malattie dei poveri Grecia, il business delle ONG sugli immigrati U.E. – Droghe nelle acque reflue. Rapporto EMCDDA L’ondata di calore in Europa…

Read More

Toscana, in arrivo 12 mln euro ma non destinati ai poveri

I fondi, 12 milioni di euro, derivano dal Programma Operativo Nazionale inclusione, e sono assegnati attraverso avvisi pubblici del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, a seguito dei quali Zone, Società della Salute e Comuni i quali hanno predisposto delle proposte progettuali volte al rafforzamento dei servizi, coerenti con gli indirizzi nazionali fissati dal Ministero d’intesa con le Regioni. Related posts / Posts Simili/Correlati: Pirelli Afghanistan: La brigata “Sassari” adotta l’orfanatrofio di Herat

Read More

Empoli, Parrocchie del territorio: Al via raccolta abiti usati; meno degrado in strada e possibilità aiutare chi ha bisogno

Lunedì 10 Aprile 2017 inizierà la rimozione dalle strade del territorio empolese di tutti i cassonetti gialli in metallo finora utilizzati per raccogliere indumenti usati. Da anni quei contenitori venivano usati per depositare abiti, scarpe, borse e ogni capo di abbigliamento ancora utilizzabile. Erano oltre trenta i cassonetti di colore giallo gestiti dalla ‘vecchia’ Publiambiente. Il Comune di Empoli, ha deciso di cambiare sistema portando avanti un progetto sperimentale. Pertanto gli abiti usati, borse e scarpe, ma anche coperte, lenzuola e asciugamani, oggetti comunque riutilizzabili, potranno essere conferiti in contenitori…

Read More

Emergenza freddo, come aiutare i senza fissa dimora che rifiutano l’accoglienza ?

Nei giorni invernali ove il freddo fa scendere la colonnina al di sotto dello zero sorge il problema di chi non ha casa e vive per strada, cioé i senza fissa dimora. Cosa accade in Toscana, chi e cosa viene svolto concretamente, come noi cittadini possiamo controllare che le varie associazioni ed enti preposti, svolgono quanto necessario, se effettivamente si vuole risolvere il problema alla radice cioé far in modo che nessuno più diventi un “senza fissa dimora”. Related posts / Posts Simili/Correlati: Toscana, 15mila bambini senza cibo; quest’ultimo spesso…

Read More

Arezzo, Indigenti: Comune aumenta contributo a Caritas

“Una scelta doverosa e dettata dal fatto che ci sono sempre più italiani che si rivolgono alla mensa della Caritas – ha spiegato l’assessore alle politiche sociali e famiglia Lucia Tanti. Più risorse, quindi, da parte dell’amministrazione comunale in un’ottica di collaborazione tra soggetti e nel solco delle politiche di coesione sociale, con grande attenzione alla ‘zona grigia’ e alle nuove persone con disagio economico. Continua così, anche con questo atto, il percorso che sta cambiando il volto delle politiche sociali del Comune di Arezzo. Related posts / Posts Simili/Correlati:…

Read More