ARCHIVIO ECONOMIA 

UE, Italia sostiene paesi europei come Ungheria

L’Ungheria, sino al 2020, riceverà da Bruxelles sovvenzioni per complessivi 22 miliardi di euro, cioè oltre 3,5 miliardi l’anno. Sono soldi che provengono anche dall’Italia, nonostante la forsennata propaganda magiara anti euro e anti Unione europea. Si ricordi che l’Italia contribuisce al bilancio dell’Ue con ben 20 miliardi di euro e ne riceve 12. Gli 8 miliardi rappresentano il contributo netto dell’Italia. Related posts / Posts Simili/Correlati: U.E. : Abbigliamento contraffatto; un danno da 26 mld Euro/anno Consulenza finanziaria: Definizione del profilo di rischio Svizzera, Droga e prostituzione entrano nel…

Read More

L’EDITTO DI ROTARI

L’editto di Rotari fu la prima raccolta scritta delle leggi dei Longobardi, promulgato alla mezzanotte tra il 22 novembre e 23 novembre 643 da re Rotari. L’editto, scritto in latino con frequenti parole d’origine longobarda, è uno dei principali documenti per lo studio dell’evoluzione della lingua longobarda e raccoglie in modo organico le antiche leggi del popolo longobardo, pur con aspetti derivati direttamente dal diritto romano. Stando al principio della personalità della legge, l’editto fu valido solo per la popolazione italiana di origini longobarde; quella romana soggetta al dominio longobardo…

Read More

Italia, Ogni anno si getta oltre 6 milioni di tonnellate di cibo

Ogni anno in Italia, prima che il cibo giunga nei nostri piatti, se ne perde una quantita’ che potrebbe soddisfare il fabbisogno alimentare per l’intero anno di tre quarti della popolazione italiana, cioe’ oltre 44 milioni di persone. In sintesi l’Italia smarrisce lungo la filiera tanto cibo quanto quello che ogni anno consuma un paese come la Spagna, con 6 milioni di tonnellate di alimenti che finiscono nei rifiuti. Questi sono solo alcuni dei dati forniti oggi a Roma presso la sede del Parlamento europeo in occasione della presentazione del…

Read More

Osteoporosi, Alimentazione e Calcio: le donne italiane non si nutrono a sufficenza

Le donne italiane non si nutrono a sufficienza con alimenti ricchi di calcio. Il consumo di latte tende, inoltre, a diminuire con l’età e le donne privilegiano quello parzialmente scremato. Per la fascia di età tra i 41 e i 59 anni, quella più a rischio di osteoporosi, l’apporto medio giornalierè di circa 100 millilitri di latte, di gran lunga inferiore ai 250 ml raccomandati. L’assunzione media giornaliera di calcio, contenuto principalmente nel latte, nei formaggi e nelle acque calciche, risulta di 630 mg al giorno, meno della metà delle…

Read More