L’INPS all’attacco delle pensioni minime; ente affidabile?

In più occasioni l’INPS per rimpinguare le tasche a soggetti di vario tipo che, dalla notte dei tempi, ricevono pensioni d’oro va a razzolare nelle pensioni spesso minime, togliendo con l’applicazione delle sue norme scritte in burocratichese, ciò che poi giustifica con “ricevuto in più”. Ma se tu ente hai deciso di dare, avrai fatto i tuoi conti? Avrai incrociato le varie documentazioni e verificato che, da anni, la medesima persona ha sempre lo stesso reddito ? Oppure ti piace rompere il caxxo alle persone che non possiedono veramente nulla…

Read More

Pensioni, Hai un disabile grave in famiglia ? Ok uscita anticipata per chi lo assiste

Dal prossimo 1° maggio 2017 i lavoratori che assistono da almeno sei mesi il coniuge o un parente entro il primo grado, cioè il figlio, o il proprio genitore, convivente affetto da una grave disabilità avrà due possibilità di pensionarsi prima delle regole Fornero. La legge di stabilità ha incluso infatti anche questi lavoratori tra coloro che potranno fruire dell’APE sociale a partire dai 63 anni oppure la possibilità di accedere alla pensione anticipata con 41 anni di contributi a prescindere dall’età anagrafica se ha svolto almeno 12 mesi di…

Read More

Italia, i costi della politica: le pensioni d’oro

Gli ex deputati sono 1464 e gli ex senatori 843, cioé coloro che intascano il vitalizio dallo Stato. Tra i viterbesi c’è Adolfo Battaglia (Pri) che si aggiudica il compenso più alto, sfiorando quasi i 6mila euro, 5935 per la precisione, con 27 anni di servizio in Parlamento. Il più “economico” è invece Roberto Meraviglia (Psi) che incassa un vitalizio netto di 2123 per 5 anni di legislatura. Un affare che, al Paese, costa in tutto 200 milioni di euro l’anno. L’elenco dei pensionati sono pubblicati da L’Espresso. Related posts…

Read More

Francia, Sicurezza sociale: Deficit di quasi 27 miliardi di euro

Il deficit complessivo della “Securité sociale” si attestera’ sui 26,8 miliardi di euro nel 2010, dopo aver gia’ superato lo sbarramento dei 20 miliardi di euro nel 2009. Lo fa sapere un rapporto della Commission des comptes de la Sécurité sociale (CCSS) che e’ stato inviato al Governo mercoledi’ scorso. Un importo che deriva da un livello di spesa di piu’ di 317 milairdi di euro, includendovi tutti i settori che compongono questa spesa (assicurazione malattia, pensioni, famiglie, incidenti sul lavoro). ADUC – FI Related posts / Posts Simili/Correlati: Italia,…

Read More