Osteoporosi, Alimentazione e Calcio: le donne italiane non si nutrono a sufficenza

Le donne italiane non si nutrono a sufficienza con alimenti ricchi di calcio. Il consumo di latte tende, inoltre, a diminuire con l’età e le donne privilegiano quello parzialmente scremato. Per la fascia di età tra i 41 e i 59 anni, quella più a rischio di osteoporosi, l’apporto medio giornalierè di circa 100 millilitri di latte, di gran lunga inferiore ai 250 ml raccomandati. L’assunzione media giornaliera di calcio, contenuto principalmente nel latte, nei formaggi e nelle acque calciche, risulta di 630 mg al giorno, meno della metà delle…

Read More

VITAMINA D

AZIONI DELLA VITAMINA D si acquisisce sia con l’ingestione che con l’esposizione al sole, che attiva una forma di colesterolo della pelle e la trasforma in vitamina D, si trova nei reni, nell’intestino, nel cervello, nel pancreas, nella pelle, nelle ossa, nell’apparato riproduttivo, regola fa funzione immunitaria, l’attività principale è la salute e la crescita delle ossa, regolatore del metabolismo del calcio, la salute dei nervi, coopera alla regolazione del battito cardiaco, utile nel rachitismo, osteoporosi, sclerosi multipla, combatte gli effetti nocivi della terapia a base di steroidi. Related posts…

Read More