Facebook, aperta indagine tedesca sui vertici statunitensi

L’apertura dell’inchiesta è stata rivelata dal settimanale tedesco Der Spiegel e Facebook ne ha preso nota come un’iniziativa ingiustificata anche perché il social network già combatte l’odio su internet. L’accusa è di mancata rimozione di contenuti criminali come minacce di morte e negazioni del genocidio ebraico. Related posts / Posts Simili/Correlati: Messico, Narcoguerra. Indignazione diffusa per l’assassinio del giornalista Valdez Narcoguerra messicana. Cartello di Jalisco recluta sicari tramite Facebook [Inchiesta] La Pedopornografia a Firenze e dintorni nel mondo I governi manipolano i social network? Colombia. Come la narco-estetica diventa la…

Read More

L’olocausto ebraico è una menzogna ?

Vi starete chiedendo il perché di questa domanda, ebbene le menti illuminate sapranno cogliere la risposta, ma intanto giornalisticamente diamo dei dati…il resto lo lasciamo a chi vuole approfondire. Partiamo dal fatto che molti non sanno che gli ebrei dichiararono guerra alla Germania il 24 marzo 1933; Hitler salì al potere il 30 gennaio 1933 e non aveva ancora pieni poteri, ma gli ebrei capirono subito che sarebbe stato un pericolo per il loro potere economico che metteva in ginocchio il paese da secoli. Related posts / Posts Simili/Correlati: Ordine…

Read More

Italia (Roma), Indiscrezioni sulla prossima apertura dell’ Archivio Segreto Vaticano sul pontificato di papa Pio XII

La discussione riguardante il Pontificato di Pio XII , si anima di nuovo. La notizia prenderebbe corpo da alcune indiscrezioni pervenute tramite agenzie di stampa, concernente una prossima apertura degli archivi privati del gesuita statunitense Robert Graham. Archivi, che fino alla sua morte, avvenuta nel 1997, venivano e vengono considerati il maggior patrimonio storico inerente al ruolo svolto da papa Pio XII durante la seconda guerra mondiale. Related posts / Posts Simili/Correlati: Cassazione : i partigiani di via Rasella hanno agito bene, una ‘legittima azione di guerra’ UK, Immigrati: critiche…

Read More