San Francisco de Jasso Azpilcueta Atondo y Aznares de Javier

san-francesco-saverfio-murillo_0Francesco Saverio (Javier, 7 aprile 1506 – isola di Sancian, 3 dicembre 1552), è stato un gesuita e missionario spagnolo, proclamato santo nel 1622 da papa Gregorio XV; il suo culto è ammesso anche dalla Chiesa anglicana. Era nato in una famiglia nobile di Javier (in Navarra) nel 1505. I beni della famiglia erano stati confiscati da Ferdinando il Cattolico dopo la vittoria sugli autonomisti navarrini filofrancesi. Per sfuggire alla sconfitta e alla miseria si rifugiò quindi in Francia, e andò a studiare teologia alla Sorbona dove, dopo il primo triennio, divenne Magister.
Nel suo stesso collegio di Santa Barbara arrivò Ignazio di Loyola che ne riconobbe immediatamente il temperamento combattivo ed ardente e decise di conquistarlo alla propria causa. Nello stesso collegio studiava anche Pierre Favre (1506-1546). Continue reading “San Francisco de Jasso Azpilcueta Atondo y Aznares de Javier”

DOMINUS JESUS

Da un punto di vista cristologico, sono sostanzialmente tre i contenuti dottrinali che la Dichiarazione «Dominus Jesus» intende ribadire per contrastare interpretazioni erronee o ambigue sull’evento centrale della rivelazione cristiana, e cioè sul significato e sul valore universale del mistero dell’incarnazione:

la pienezza e la definitività della rivelazione di Gesù (n. 5-8);

l’unità dell’economia salvifica del Verbo incarnato e dello Spirito Santo (n. 9-12);

l’unicità e l’universalità del mistero salvifico di Gesù Cristo (n. 13-16). Continue reading “DOMINUS JESUS”

Cavaliere di Malta, Antiche Cerimonie di Ricevimento

L’antica cerimonia di ricevimento consisteva in un rituale ben preciso e, comunque, svolto in ambito religioso e spirituale.

Al novizio veniva spiegato che egli stava per lasciare il vecchio uomo e che stava per rigenerarsi avendo ricevuto l’assoluzione, quindi si presentava in abito secolare, senza cintura, al fine di apparire perfettamente libero di entrare in un così Sacro dovere, e con un cero acceso nella mano, a rappresentare la carità. Allora egli riceveva la santa comunione, per presentarsi poi in modo

Continue reading “Cavaliere di Malta, Antiche Cerimonie di Ricevimento”

Ruoli Templari

IL FRATELLO CAVALIERE
Reclutato fra la nobiltà, affinché avesse già conseguito un adeguato addestramento militare e, soprattutto, fosse già stato ordinato cavaliere (secolare), il fratello cavaliere era la colonna portante dell’Ordine, sempre in prima linea nel combattimento grazie alla maestria personale e al buon equipaggiamento di guerra a sua disposizione.
Simbolo del fratello cavaliere era un mantello tutto bianco che gli veniva posto sulle spalle alla fine della cerimonia di accoglienza, quando pronunziava i voti di povertà, castità e obbedienza. Continue reading “Ruoli Templari”

Cavaliere Templare: gli strumenti esoterici

Cavaliere Templare

Il Giuramento rappresenta: la trasmutazione della profanità nell’Obbedienza
Il Mantello rappresenta: la Regola dell’Ordine
La Croce Templare rappresenta: il Segno dell’Ordine
Il Cavallo rappresenta: l’Ordine
I Due Cavalieri rappresentano: la Dualità degli opposti resi complementari dall’Ordine
L’Elmo rappresenta: la Capacità ed il fermo carattere
Continue reading “Cavaliere Templare: gli strumenti esoterici”