ARCHIVIO ATTUALITA' 

Mar cinese, collisione fra petroliera e mercantile; 32 dispersi

La petroliera “Sanchi” registrata a Panama, dopo una collisione con la bulk carrier CF Crystal a circa 160 miglia nautiche dalla costa di Shanghai, secondo quanto riferito dai media statali cinesi , con immagini che mostrano la nave avvolta da un denso fumo nero. La Cina, la Corea del Sud e gli Stati Uniti hanno inviato navi e aerei per cercare l’equipaggio mancante di Sanchi – 30 iraniani e due bengalesi, secondo quanto riportato dalla Associated Press. Related posts / Posts Simili/Correlati: Israele, Archeologia: decriptata la più antica iscrizione ebraica…

Read More

Cina meridionale, Nave da guerra Usa nelle acque contese

Secondo una fonte anonima, rilanciata dai media statunitensi, alle prime ore di oggi la USS Dewey, nave da guerra, avrebbe transitato all’interno delle 12 miglia nautiche nell’area del Mischief Reef, nel complesso delle isole Spratly, nelle acque contese del mar Cinese meridionale, avvicinandosi a un’isola artificiale costruita dalla Cina, in un’area che Pechino – in violazione al diritto internazionale – considera alla stregua di “acque territoriali”. Related posts / Posts Simili/Correlati: Cina, Libero dopo 27 anni di prigionia per fatti Piazza Tienanmen Filippine, Lotta alla droga. Polizia passa testimone ad…

Read More

Rotterdam – porto, Bloccata nave: trasporta olio di palma

Un gruppo di attivisti di una nota ONG hanno impedito lo scarico e l’attracco al porto di Rotterdam di una nave che trasportava olio di palma, importato dall’azienda malese IOI, la quale è nota per distruggere le foreste primarie indonesiane e viola i diritti umani. Tra gli attivisti due indonesiani che hanno sofferto, in prima persona, gli effetti degli incendi appiccati per realizzare le piantagioni di palma. Related posts / Posts Simili/Correlati: Ucraina – Porto di Odessa. Attraccano 4 navi da guerra NATO Cina meridionale, Nave da guerra Usa nelle…

Read More

Oceano Indiano, Rinnovato il contratto alla Italia per lo EUNAVFOR ATALANTA

La pirateria al largo delle coste somale costituisce una minaccia per il trasporto marittimo fin dai primi anni ’90, con attacchi di pirati nelle acque prospicienti il Corno d’Africa che nel tempo sono aumentati focalizzandosi sui traffici che interessano i porti somali, le navi che trasportano aiuti umanitari del World Food Programm (WFO), il traffico locale e, successivamente, sul grande traffico mercantile che attraversa il Golfo di Aden. fonte: Difesa.it Related posts / Posts Simili/Correlati: Spagna, Internet: proteggere la proprietà intellettuale contro la pirateria Rapporto IISS, Narcoguerra nel Mondo; quella…

Read More