ARCHIVIO SICUREZZA 

Honduras, Arrestato capo narcos ricercato in Usa

Le autorita’ dell’Honduras hanno presentato alla giustizia il narcotrafficante Aristides Diaz Diaz, ricercato dagli Stati Uniti dove e’ richiesto in estrazione per traffico di stupefacenti, possesso illegale di armi e associazione con il cartello della droga gestito dalla famiglia Valle. Lo riferisce il quotidiano El Heraldo di Tegucigalpa. Un portavoce della Forza di e’lite interistituzionale (Fusina) ha indicato che Diaz è stato catturato nella citta’ di Florida, nella provincia di Copan, alla frontiera con il Guatemala. Related posts / Posts Simili/Correlati: Rapporto IISS, Narcoguerra nel Mondo; quella messicana miete più…

Read More
ARCHIVIO ATTUALITA' 

FILIPPINE – Ucciso Sindaco accusato di legami con narcotraffico

Un sindaco filippino, sulla lista dei presunti funzionari legati al narcotraffico del presidente Rodrigo Duterte, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco il 6 Settembre 2018 nel proprio ufficio. Mariano Blanco, sindaco della città meridionale di Ronda, è l’ultimo di una serie di funzionari locali che sono stati uccisi negli ultimi mesi, alcuni con e alcuni senza presunti legami con il traffico illegale di droga. Related posts / Posts Simili/Correlati: USA, Internet: Neutralita’ in discussione dopo decisione Autorita’ FCC [Venezuela] Narcotraffico. Il vicepresidente nella lista nera degli Usa Filippine,…

Read More
ARCHIVIO SOCIETA' 

Diritto aborto. Caso El Salvador. Occorrono le brigate internazionali

La notizia e’ agghiacciante e confortante nello stesso tempo. Una ragazza di 19 anni stuprata, decise di abortire e fu condannata a 30 anni di galera. Ora e’ stata “graziata” e dopo 15 anni e’ libera (1). Secondo stime di organizzazioni femministe de la repubblica di El Salvador, Paese in cui vige questa legge, circa una trentina di donne si trovano attualmente in carcere, scontando pene dai 6 ai 35 anni, per aver abortito. Related posts / Posts Simili/Correlati: Rapporto IISS, Narcoguerra nel Mondo; quella messicana miete più vittime Messico,…

Read More
ARCHIVIO ECONOMIA 

Cripto-valuta a go-go nel nome del narcotraffico

Roberto Escobar, fratello del narcotrafficante Pablo, ha lanciato una sua criptovaluta. E per battezzarla ha deciso di proporre un’Ico: dollari in cambio di questo gettone digitale chiamato “DietBitcoin”, che si ripromette (nientemeno) di scalzare Bitcoin. L’Ico di Escobar funziona cosi’: ogni nuovo DietBitcoin verra’ offerto a un prezzo super-scontato. Due dollari anziche’ 50. Poi, a scaglioni, il prezzo salira’ fino 100 dollari, per poi arrivare a 1.000. Ora, cosa ci si dovrebbe fare con la moneta virtuale di Escobar? Dietro non c’e’ una startup che permettera’ di acquistare servizi con…

Read More
ARCHIVIO ATTUALITA' 

TURCHIA – Sequestri droga. Nel 2017 piu’ che in tutta Europa

La Turchia ha sequestrato nel 2017 un quantitativo di droga superiore rispetto a quello sequestrato in tutta Europa. L’annuncio e’ stato dato dal vicepremier Recep Akdag quest’oggi, durante un’intervista all’emittente Ntv. Akdag ha spiegato che gli sforzi della Turchia sono tesi a contrastare principalmente la rotta che porta la droga dall’Afghanistan verso l’Europa attraverso l’Iran o la Turchia, tuttavia c’e’ una seconda rotta che parte da Paesi come il Belgio e l’Olanda verso la Turchia, per lo piu’ droghe chimiche e sintetiche. Related posts / Posts Simili/Correlati: Lotta al narcotraffico…

Read More