ARCHIVIO ECONOMIA 

USA, Narcoguerra: Multa a Rabobank per rapporti coi narcos del Messico

Radobank dovra’ pagare quasi 370 milioni di dollari in Usa perche’ ha operato con soldi legati al narcotraffico messicano, cos’ come fa sapere il Dipartimento della Giustizia. La multa arriva dopo che la filiale californiana della banca olandese si è dichiarata colpevole per aver posto ostacoli alle indagini sul riciclaggio da parte del Tesoro e del suo principale organismo regolatore, la OCC. Secondo le autorita’ Usa, gli impiegati della banca hanno nascosto informazioni agli investigatori per quasi venticinque anni. Related posts / Posts Simili/Correlati: Messico, Narcoguerra. Indignazione diffusa per l’assassinio del…

Read More
ARCHIVIO GIORNALISMO 

Acapulco, Narcoguerra messicana. Assassinata una giornalista

La youtuber messicana Leslie Ann Pamela Montenegro e’ stata uccisa dai narcotrafficanti? E questa una delle piste che le autorita’ stanno valutando, cosi’ come ha fatto sapere lo scorso 6 febbraio il procuratore dello Stato di Guerrero. La giovane, giornalista politica e satirica di 36 anni, conosciuta in questo Stato della costa occidentale del Messico con lo pseudonimo di “Nana Pelucas” (Nana la parruccona) e’ morta per dei colpi d’arma da fuoco. Related posts / Posts Simili/Correlati: Carta dei doveri del giornalista Messico, Javier Valdez ucciso dai narcos. Era un…

Read More
ARCHIVIO ATTUALITA' 

Messico, Narcoguerra: Il muro degli Usa non ferma il narcotraffico

Il presidente Donald Trump sostiene che si potra’ impedire il passaggio dell’1% delle droghe, con la costruzione di un muro che costera’ agli Stati Uniti almeno 10 milioni di dollari. Sostenere che un muro alla frontiera tra Messico ed Usa sia la chiave per contenere il flusso di droghe tra i due Paesi, “e’ assurdo”, visto che una barriera fisica non puo’ eliminare un problema che e’ stato presente in questo Paese per vari decenni. Cosi si esprime il Centro de Estudios Internacionales Gilberto Bosques (CEIGB) del Senado de la…

Read More
ARCHIVIO SICUREZZA 

Narcoguerra messicana. Cartello di Jalisco recluta sicari tramite Facebook

Il crimine organizzato ha diversificato i suoi metodi di reclutamento. Le autorita’ di Jalisco hanno scoperto che un cartello del narcotraffico pubblicava annuncia attraversoi Facebook dove offriva lavoro come sondaggisti, guardie del corpo, guardie di sicurezza e polizia locale. Una volta che le persone erano reclutate, le portavano al municipio di Tala, ad un’ora da Guadalajara, la capitale dello Stato, dove li addestravano per farli diventare sicari. La procura locale ha individuato nelle ultime due settimane almeno cinque luoghi di addestramento. Related posts / Posts Simili/Correlati: Rapporto IISS, Narcoguerra nel…

Read More

Messico, Narcoguerra. Corpi smembrati in valigia a Cancun

I resti di due corpi smembrati all’interno di tre valigie sono stati trovati oggi nella zona alberghiera di Cancun. A renderlo noto sono i media locali, precisando che le uccisioni sarebbero avvenute per un regolamento di conti tra gruppi di narcotrafficanti in lotta per il controllo del territorio. Cancun si trova infatti nel mezzo di un’ondata di violenza, precisano i media, ricordando inoltre lo scontro avvenuto qualche ora prima tra uomini dell’esercito e della polizia da una parte e sicari narcos dall’altra. Related posts / Posts Simili/Correlati: Messico, Droga e…

Read More