ARCHIVIO SOCIETA' 

Istituto Nazionale Democratico (NDI): cos’è, come opera…

L’NDI è un’organizzazione finanziata da governo e aziende statunitensi, presieduta da rappresentanti delle comunità politica e commerciale statunitensi. Dei 34 membri del consiglio di amministrazione, tutti hanno legami diretti con aziende e istituzioni finanziarie statunitensi e sono membri di think-tank di politica aziendali o ex-impiegati del dipartimento di Stato degli USA o una loro combinazione. Related posts / Posts Simili/Correlati: Contact IA, Intelligenza artificiale. Possibile uso illecito USA, Internet: Neutralita’ in discussione dopo decisione Autorita’ FCC I governi manipolano i social network? [Ambiente – Oceani] Rifiuti di Plastica: A rischio…

Read More

USA, Microsoft investe in marijuana legale

Microsoft ha deciso di puntare sulla marijuana. E’ l’ultimo investimento dell’azienda di Redmond, nello Stato di Washington, che ha creato un software totalmente dedicato ai produttori di “erba” negli stati americani in cui è legale. Il progetto è stato sviluppato in partnership con la startup di Los Angeles Kind, una delle tante piccole aziende che stanno nascendo negli Stati Uniti per cercare di portare a un livello mainstream il mercato della cannabis. Related posts / Posts Simili/Correlati: U.E., Droga: Rapporto Europol e Emcdda White Helmets, Salvare i civili siriani [Venezuela]…

Read More

Mondo, I nuovi ricconi dell’era tecnologica

La società Apple è al primo posto per disponibilità di cassa nella classifica delle principali imprese tecnologiche; dispone infatti di ben oltre 76 miliardi di dollari. La Microsoft è arrivata a 60,9 miliardi di dollari, mentre Google è a quota 39,1 miliardi di dollari. Secondo Standard & Poors, le 500 principali aziende statunitensi hanno complessivamente 963 miliari di dollari a disposizione, una cifra molto superiore agli 837 miliardi di dollari dello scorso anno. La APPLE però incassa denaro, ma non divide con gli azionisti. Questo potrebbe essere uno dei motivi…

Read More

Google abbandona dal primo marzo la versione 6 di Internet Explorer

A partire dal prossimo primo marzo Google inizierà a non supportare piú il sistema operativo Internet Explorer 6, considerato l’anello debole negli ultimi cyberattacchi lanciati contro il motore di ricerca. Come riporta il sito della Bbc, anche i governi francese e tedesco hanno invitato i propri cittadini a cambiare sistema operativo fintanto che la Microsoft non avrà apportato i necessari correttivi; la Ms ha in effetti provveduto a effettuare un upgrade di sicurezza tre settimane prima della data programmata. Tuttavia Google ha deciso di ritirare gradualmente il supporto del sistema:…

Read More