Legge salica, Applicazioni in Francia e Italia

La prima applicazione nel Trecento fu dovuta a Filippo V che utilizzò questa legge per succedere sul trono di Francia a Giovanna II di Navarra figlia del fratello e re Luigi X: per applicare tale legge si dovette convocare l’assemblea degli stati generali nel 1317. Lo stesso fece poi il fratello Carlo IV quando, alla morte di Filippo, salì sul trono, benché il fratello avesse avuto delle figlie. Related posts / Posts Simili/Correlati: Cavalieri Templari: Tradizione Ordine dinastico LA MASSONERIA IN TOSCANA Lex Salica, Il diritto successorio Legge Salica, Ordine…

Read More

Lex Salica, Il diritto successorio

La Lex Salica è ricordata soprattutto per le conseguenze che ha avuto in alcune dispute sulla discendenza delle famiglie reali. Il titolo 59.5 recita infatti: « De terra vero nulla (salica) in muliere hereditas non pertinebit, sed ad virilem sexum qui fratres fuerint tota terra pertineat. » « Nessuna terra (salica) può essere ereditata da una donna, ma tutta la terra spetta ai figli maschi. » Related posts / Posts Simili/Correlati: Stato crociato Ordine dinastico La legge salica (Lex Salica) Legge Salica, Ordine di successione Legge salica, Applicazioni in Francia…

Read More

La legge salica (Lex Salica)

La legge salica (Lex Salica, chiamato anche Pactus legis Salicae) è un codice fatto redigere da Clodoveo I re dei franchi (481-511) attorno al 510 riguardante la popolazione dei franchi Salii, così chiamati perché abitavano la regione prossima alla riva del fiume Sala (oggi IJssel, attraversa gli odierni Paesi Bassi). La Lex Salica è una delle prime raccolte di leggi dei regni latino-germanici, e il suo contenuto non è chiaramente ispirato né alla cultura cristiana né alla precedente cultura pagana. Essa fissa per iscritto norme giuridiche preesistenti, che sino ad…

Read More