ARCHIVIO SOCIETA' 

ITALIA – Asilo nido per un bambino su quattro. Save the children

Solo un bambino su quattro potra’ frequentare quest’anno un servizio dedicato alla prima infanzia, nonostante le nascite siano al minimo storico. A farlo sapere e’ Save the Children, specificando che i dati comprendono servizi a titolarita’ pubblica, in convenzione e a titolarita’ privata. Il dato e’ aggravato dalle profonde diseguaglianze territoriali rilevate su dati elaborati dall’Istituto degli Innocenti. Related posts / Posts Simili/Correlati: Legge salica, Applicazioni in Francia e Italia Legge Salica, Ordine di successione Non dimentichiamo le malattie dei poveri Italia, Chiesa: Un flusso di denaro dalla notte dei…

Read More
AMBIENTE ARCHIVIO 

Boschi. Idrocarburi nei suoli 4 volte oltre i limiti di legge

Sotto le fronde dei boschi italiani, ma anche in campi agricoli fertilizzati negli ultimi dieci anni con concimi chimici, compost o digestato, apparentemente si nasconde una forte contaminazione ambientale: uno studio pubblicato sulla rivista Environmental Science and Technology Letters dai ricercatori dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e dell’Istituto per la dinamica dei processi ambientali del Consiglio nazionale delle ricerche (Idpa-Cnr) in collaborazione con un’azienda padovana, la Società estense servizi ambientali, mostra infatti come numerosi campioni – soprattutto quelli provenienti dai boschi – presentino concentrazioni di idrocarburi fino a 4 volte…

Read More
AMBIENTE ARCHIVIO 

U.E. – Rifiuti plastica. La strategia per superarli

La Commissione europea ha presentato una nuova strategia sulla plastica, volta a far divenire più circolare l’industria di settore. Era un intervento molto atteso, perché affronta un problema ormai non trascurabile: la plastica è il terzo materiale prodotto dall’uomo più diffuso sulla terra dopo acciaio e cemento e, come ricorda il Wwf, dagli anni ’50 ad oggi ne abbiamo prodotte 8,3 miliardi di tonnellate. Il 79% di quest’enorme quantitativo, una volta divenuto rifiuto, non è stato recuperato ma è finito in discarica se non direttamente riversato nell’ambiente, finendo per contaminare…

Read More
AMBIENTE ARCHIVIO 

Italia, Rete idrica colabrodo

L’acqua erogata nelle reti di distribuzione nel nostro Paese, nel 2015, è stata pari a circa 4,8 miliardi di metri cubi, con una dispersione media del 40,66% (contro il 37,19% del 2012) e punte di oltre il 50% nel Centro e Sud Italia. Una corretta gestione della risorsa idrica e dei consumi energetici associati diventa fondamentale: nell’attività di distribuzione, per esempio, il potenziale teorico di risparmio energetico annuo si traduce in circa 370 milioni di euro, quello idrico in 2,7 miliardi di metri cubi d’acqua. Related posts / Posts Simili/Correlati:…

Read More
AMBIENTE ARCHIVIO 

U.E. – Consumi da fonti rinnovabili. Italia terza dopo Germania e Francia

Lo studio del Gestore servizi energetici (Gse) “Fonti Rinnovabili in Italia e in Europa, verso gli obiettivi al 2020?, che riporta le statistiche complete per il 2016, del settore green a livello europeo, evidenzia l’ottimo posizionamento dell’Italia a molti Paesi Ue in termini di utilizzo delle fonti rinnovabili: «L’Italia è il terzo Paese in Europa per consumi energetici alimentati da fonti rinnovabili e rappresenta circa l’11% di tutta l’energia da fonte rinnovabile consumata nell’Unione Europea – dice il Gse – Rispetto a una media dell’Europa a 28 del 17,04%, il…

Read More