ARCHIVIO SOCIETA' 

Guerra alla droga. Quando le vittime sono i bambini

I bambini immigrati vengono separati dai loro genitori a causa della politica di tolleranza zero dell’amministrazione Trump in merito all’ingresso illegale, oltre confine. Le scene di circa 2.000 bambini traumatizzati che si trovano in gabbie presso le strutture di confine sono esposte attraverso i media. Questo avviene perché i loro genitori cercano di fuggire dalla persecuzione o cercano di assicurare loro una vita migliore. Ciò ha provocato un’enorme esplosione di proteste da una vasta gamma di americani indignati. Il procuratore generale Jeff Sessions è salito rapidamente sulle scene il mese…

Read More
ARCHIVIO SOCIETA' 

Danimarca off limit per gli stranieri immigrati, peggio se poveri

Nel luglio 2017, il Folketing (Parlamento danese) ha approvato una controversa legge, solo con il sostegno della destra, perché ha ritenuto che l’accattonaggio creava “inconvenienti” ai pedoni. Oggi i risultati dell’applicazione di questa misura controversa sono i meno suggestivi: 52 stranieri condannati. Zero danesi. In un Paese con piena occupazione, con uno dei salari pro capite più alti del mondo (anche un carico fiscale), indici invidiabili di equità di genere e uno stato sociale molto robusto, stranieri poveri senza permesso di soggiorno e, pertanto, senza diritto all’aiuto pubblico, non mendicano…

Read More
ARCHIVIO SOCIETA' 

Messico, La invisibile frontiera dei narco

Tamaulipas, alla frontiera tra Usa e Messico lungo le sponde del Rio Bravo, e’ dove la rivalita’ tra le bande di narcotrafficanti e gli scontri con l’Esercito trasformano questo Stato in una zona di guerra che affligge la popolazione e le migliaia di immigrati che cercano di attraversare la frontiera. Di seguito la descrizione, giorno per giorno, dell’attivita’ di una pattuglia di militari messicani su questa frontiera invisibile che solca questa zona del Paese centroamericano. Related posts / Posts Simili/Correlati: U.E./Relazione droga Emcdda 2017 Narcoguerra messicana. Cartello di Jalisco recluta…

Read More

Grecia, il business delle ONG sugli immigrati

  Nello studio del gennaio 2017 pubblicato dal Laboratory for Tourism Research and Studies dell’Università dell’Egeo curato dai professori Theodore Stavrinoudis della medesima università e da Stanislav Ivanof dell’Università di Varna in Bulgaria sugli effetti della migrazione a danno dell’economia turistica, le percentuali raccontano di un calo del 43% sull’incoming, del 36% sui ricavi e del 24% sui prezzi di mercato. Related posts / Posts Simili/Correlati: Germania, Migranti: aumentano spose bambine Mediterraneo, Crisi migranti: Frontex attacca Ong LA PRODUZIONE DI ARMI IN ITALIA… U.E. Indagine su Poverta’. Italia in ascesa…

Read More

Mediterraneo, Crisi migranti: Frontex attacca Ong

Fabrice Leggeri, responsabile di Frontex, nei giorni scorsi, in una intervista ad un giornale tedesco, ha affermato che la collaborazione delle ONG, impegnate in operazioni di soccorso e assistenza nel Mediterraneo al fianco di agenzie di sicurezza e contro i trafficanti di esseri umani, è “inefficace”. Leggeri ha detto che il 40% delle operazioni di salvataggio in mare, al largo della Libia, sono state effettuate da Organizzazioni Non Governative e, quindi, impossibile verificare l’origine dei migranti o le loro rotte di contrabbando. Related posts / Posts Simili/Correlati: Le attività della…

Read More