ARCHIVIO ATTUALITA' 

Libano, Cannabis nella valle della Bekaa

Nei campi di questo tranquillo villaggio circondato da montagne, uomini e donne lavorano per ripulire dalla terra e dalle foglie secche le piante di cannabis, una fonte importante di sostentamento in questo angolo povero del Libano, la fertile valle di Bekaa nella parte orientale, a lungo nota come una delle principali regioni di coltivazione di narcotici nel mondo, producendo alcune delle cannabis di qualità, per lo più trasformate in hashish. Oggi, secondo l’U.N., il Paese è il terzo produttore al mondo dopo il Marocco e l’Afghanistan, ma i residenti della…

Read More
ARCHIVIO ATTUALITA' 

Sono le donne africane che devono decidere quanti figli vogliono, quando e con chi

Nicolas Meda non e’ estraneo alle questioni sollevate nel summit Family Planning 2020 di Londra, lo scorso martedi’ 11 luglio. Medico epidemiologo da piu’ di venti anni, specializzato in medicina riproduttiva e della trasmissione madre-figlio del virus Hiv, difende da diverso tempo lo sviluppo di una migliore contraccezione in Africa. Related posts / Posts Simili/Correlati: Il Vaticano evade le tasse ? Lotta al narcotraffico Nordafrica/Europa. Il ruolo dell’Italia Rapporto IISS, Narcoguerra nel Mondo; quella messicana miete più vittime Repubblica Centrafricana, Nuove violenze spingono migliaia di persone verso il Ciad Il…

Read More
ARCHIVIO SOCIETA' 

[Africa – Congo] Li chiamano enfants sorciers, bambini stregoni

Nella capitale Kinshasa – secondo le stime fornite dell’antropologo Filip de Boeck durante una presentazione accademica – sono 23mila i bambini accusati di stregoneria. La società ritiene essere posseduti dal diavolo perché malati, o affetti da disturbi del comportamento, da epilessia o albinismo. Related posts / Posts Simili/Correlati: I difensori dell’ambiente sempre piu’ minacciati Il consumo di proteine animali e’ in crescita Rapporto IISS, Narcoguerra nel Mondo; quella messicana miete più vittime Tortura. La situazione mondiale sta peggiorando USA – YouTube viola privacy dei bambini?

Read More

Siria, quattro aeree demilitarizzate

L’accordo firmato da Russia, Iran e i ribelli sostenuti dalla Turchia permette di creare quattro zone di de-escalation, in cui non saranno possibili azioni di guerra e non sarà permesso il volo nemmeno agli aerei militari della coalizione statunitense. Russia, Iran e Turchia notificheranno i dettagli del negoziato al Consiglio di sicurezza della Nazioni Unite. Agli Stati Uniti viene prefigurato un ruolo. Related posts / Posts Simili/Correlati: Zapad 2017, Esercitazione militare russa ESTONIA: PERSONALE TFA 36° STORMO HA INCONTRATO 52° MISSION SUPPORT GROUP US AIR FORCE Rapporto IISS, Narcoguerra nel…

Read More