ARCHIVIO Giurisprudenza 

[ITALIA] Diritto all’oblio: il tempo non è l’unico elemento da considerare. Garante Privacy

Il trascorrere del tempo è senz’altro l’elemento più importante per valutare l’accoglimento di una richiesta ad “essere dimenticati”, ma l’esercizio del cosiddetto “diritto all’oblio” può incontrare altri rilevanti limiti, come precisato dalla giurisprudenza comunitaria e dal lavoro condotto dal Gruppo dei Garanti europei. Proprio queste ulteriori circostanze ha dovuto prendere in considerazione l’Autorità italiana nell’esaminare il ricorso presentato da un alto funzionario pubblico che chiedeva la rimozione di alcuni url dai risultati di ricerca ottenuti digitando il proprio nominativo su Google. Related posts / Posts Simili/Correlati: EMMEGI Reporters Press Agency…

Read More

USA, Internet: Neutralita’ in discussione dopo decisione Autorita’ FCC

La neutralita’ di Internet e’ di nuovo in discussione in Usa. L’Autorita’ americana del settore delle telecomunicazioni ha deciso, lo scorso 18 maggio, di annullare una decisione del 2015 che obbligava i fornitori di accesso a trattare tutti i servizi online nello stesso modo. Per questa decisione, votata con due voti contro uno, la Commissione federale americana delle Comunicazioni (FCC) rilancia una battaglia che oppone da una decina d’anni i fornitori di accesso agli utenti di Internet. Il concetto di neutralita’ garantisce un accesso tecnico universale al Web, qualunque sia…

Read More
ARCHIVIO INCHIESTE 

[Inchiesta] La Pedopornografia a Firenze e dintorni nel mondo

La LEGGE 6 febbraio 2006, n.38 ha modificato l’articolo 600 del Codice Penale, inasprendo le pene: Art. 600-ter.Pornografia minorile. Chiunque, utilizzando minori degli anni diciotto, realizza esibizioni pornografiche o produce materiale pornografico ovvero induce minori di anni diciotto a partecipare ad esibizioni pornografiche e’ punito con la reclusione da sei a dodici anni e con la multa da € 25.822 a € 258.228. Related posts / Posts Simili/Correlati: Italia, Inchiesta giornalistica su gruppo immobiliare Zunino USA, Internet: Neutralita’ in discussione dopo decisione Autorita’ FCC [Inchiesta] Firenze, il caso dell“L’uomo comune”…

Read More

Google viola la privacy? Si. Quale motori di ricerca alternativi esistono?

I dati delle ricerche sono raccolti in giganteschi database e strutturati secondo regole da cui è possibile desumere molti fatti personali (condizioni di salute e orientamento politico, ad esempio). La conoscenza di tali informazioni erode la privacy ed è l’anticamera della censura. Related posts / Posts Simili/Correlati: Italia, Internet: Accordo Google-Verizon Google banna il dominio gpsoutdoor, ma il sito web in html non ha codice malevole! Mondo, I nuovi ricconi dell’era tecnologica Google Plus, migliaia di profili vuoti Google, Twitter ed altri social net pagati per declassare notizie e siti…

Read More

Media e democrazia, Diritto di accesso alla informazione?

Nella Costituzione quando ci si trova a dover discutere di diritto all’informazione oppure di libertà, si è portati a pensare, in maniera del tutto naturale, proprio alla disposizione di cui all’art. 21. Alcuni giuristi dicono che, nel nostro testo costituzionale, non vi è alcuna disposizione la quale parli dell’esistenza di un diritto dei singoli (rectius: dei cittadini) di informarsi, liberamente, da qualsiasi fonte e senza ostacoli. Quindi la Costituzione non ha un articolo che prevede la tutela del diritto di informarsi. Solo l’art. 21 contiene alcuni elementi relativi alla tematica dell’informazione.…

Read More