LA MASSONERIA IN TOSCANA

I primi membri fiorentini della Massoneria ebbero un notevole ruolo nell’auspicare prima, e nello stabilizzare poi, il passaggio del Granducato a Francesco di Lorena, sotto il nome di Francesco II. Il Marchese Giulio Rucellai, Segretario della Giurisdizione, il Marchese Carlo Rinuccini, Ministro sotto Gian Gastone e poi del primo dei Lorenesi, Giovanni Lami, noto ed influente erudito, ed altri minori personaggi, avevano, infatti, appoggiato l’avvento dei Lorena. Related posts / Posts Simili/Correlati: Cavalieri portaspada Ordine cavalleresco Media e democrazia, Diritto di accesso alla informazione? Antica regola dei Templari Cavalieri Templari…

Read More

Fratellanza, etimologia della parola

Prendiamo spunto questa volta da un commento all’interno di un profilo in Facebook. Ordunque all’interno di questa bacheca c’è un commento specifico, ovvero:”Un fratello non sa cosa vuol dire Fratellanza”. Per dipanare però il dubbio e capire cosa vuol dire la parola “Fratellanza”, cerchiamo di fornire, per quanto è possibile, dei testi raccolti in specifici siti web; lasciamo poi ai fratelli e sorelle, Cavalieri e Dame, il loro commento sul quale ringraziamo per il gentile e cortese contributo in questo magazine. Related posts / Posts Simili/Correlati: Essere Gentiluomo Ruoli Templari…

Read More

Cavalieri Templari e Massoneria: leggenda, fantasia o realtà

Quanto segue è un estratto dall’ampio articolo pubblicato in un sito web, la cui fonte è in fondo a questo testo. “Il primo passo di politicizzazione della Massoneria fu compiuto dal re massone e cattolico Giacomo I d’Inghilterra della famiglia Stuart, intorno al 1603. Egli fu in continuo conflitto con il Parlamento di stampo protestante. Quando salí al trono il figlio Carlo I, il Parlamento dichiaró che il re non aveva diritto di legiferare; ció portó alla ribellione degli irlandesi ed alla conseguente reazione del Parlamento. Scoppió una guerra civile…

Read More

Cavaliere di Malta, Antiche Cerimonie di Ricevimento

L’antica cerimonia di ricevimento consisteva in un rituale ben preciso e, comunque, svolto in ambito religioso e spirituale. Al novizio veniva spiegato che egli stava per lasciare il vecchio uomo e che stava per rigenerarsi avendo ricevuto l’assoluzione, quindi si presentava in abito secolare, senza cintura, al fine di apparire perfettamente libero di entrare in un così Sacro dovere, e con un cero acceso nella mano, a rappresentare la carità. Allora egli riceveva la santa comunione, per presentarsi poi in modo Related posts / Posts Simili/Correlati: Cavalieri Templari e Massoneria: leggenda,…

Read More