ARCHIVIO SOCIETA' 

COLOMBIA – L’uccisione del narcoboss Pablo Escobar. Le rivelazioni della vedova in un libro

Per togliere di mezzo il signore della droga Pablo Escobar, i cartelli colombiani di Cali e di Norte del Valle, ex soci, autorita’ colombiane e statunitensi e paramilitari, avrebbero speso 25 anni fa una cifra equivalente a circa 220 milioni di dollari, raccolti in una “colletta” per raggiungere il letale obiettivo. A sostenerlo e’ Victoria Eugenia Henao, vedova del boss del cartello di Medellin, nel suo libro “La mia vita e la mia prigione con Pablo Escobar”, dove la donna racconta alcuni segreti della vita del marito. Related posts /…

Read More
ARCHIVIO SOCIETA' 

Messico, La invisibile frontiera dei narco

Tamaulipas, alla frontiera tra Usa e Messico lungo le sponde del Rio Bravo, e’ dove la rivalita’ tra le bande di narcotrafficanti e gli scontri con l’Esercito trasformano questo Stato in una zona di guerra che affligge la popolazione e le migliaia di immigrati che cercano di attraversare la frontiera. Di seguito la descrizione, giorno per giorno, dell’attivita’ di una pattuglia di militari messicani su questa frontiera invisibile che solca questa zona del Paese centroamericano. Related posts / Posts Simili/Correlati: U.E./Relazione droga Emcdda 2017 Narcoguerra messicana. Cartello di Jalisco recluta…

Read More
ARCHIVIO ATTUALITA' 

FILIPPINE – Lotta alla droga. Duterte taglia accordi commerciali con Canada

Il presidente filippino, Rodrigo Duterte, ha deciso di cancellare una commessa da 235 milioni di dollari con il Canada per la fornitura di 16 elicotteri militari dopo che il governo di Ottawa ha ordinato una revisione dell’intesa per timori sulla condizione dei diritti umani nel Paese asiatico. L’annuncio arriva all’indomani della notizia che la Corte penale internazionale (Cpi) dell’Aja ha avviato indagini preliminari per crimini contro l’umanita’ nei confronti di Duterte per la sua ‘guerra alla droga’ che ha gia’ fatto quattromila morti. Related posts / Posts Simili/Correlati: [Geopolitica] Filippine…

Read More
ARCHIVIO ATTUALITA' 

Pakistan, Droni per il controllo del territorio

Nel Pakistan vengono utilizzati droni per il controllo dei specifiche aree; questo tipo di velivoli senza pilota a controllo remoto, cioé manovrati da una centrale da terra mediante un dispositivo satellitare, sono spesso utilizzati a scopo ricognitivo e di intelligence (dalle forze armate) ed offensivo (dalla CIA). L’aviazione americana ha in tutto 39 tra Predator e Reaper dispiegati in Asia Centrale e Medio Oriente. Related posts / Posts Simili/Correlati: Afghanistan, esplode camion bomba contro consolato tedesco USA. INTERVISTA ABC NEWS: TRUMP, ‘TORTURA FUNZIONA’ ExpressLane, soluzione hi-tech per missioni di intelligence…

Read More

Missioni militari italiane all’estero

In discussione oggi un decreto-legge che stanzia per il semestre già in corso, dal 1o luglio al 31 dicembre, la somma di oltre 700 milioni di euro e che disciplina – cito dal titolo completo del decreto- legge, questa volta – « interventi di cooperazione allo sviluppo e a sostegno dei processi di pace, di stabilizzazione e delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia », che riguardano, « 22 missioni in 20 diverse parti del mondo, per una presenza media di circa 8 mila militari impegnati quotidianamente ».…

Read More