MG CLUB ITALIA, risorge come magazine di informazione

Il MG Club Italia, nato a Venezia nel 1983 e poi trasferitosi come sede a Firenze nel 1990, dopo aver chiuso la sua attività associativa nel 2010, ritorna presente sulle scene mondiali del classic car come magazine di informazione, supplemento alla testata giornalistica Emmegipress. Il contenitore ospitante delle notizie e informazioni, sin dalla nascita del club MG e quanto altro inerente al marchio, esclusivamente alle vetture storiche, quindi non inerenti a prodotti nuovi, sarà il toscanamagazine.com ove, al suo interno è attiva una apposita sezione. Esistono due modi per scambiarsi…

Read More

[MG CLUB ITALIA.IT] Il dominio in mano ad una società di Conegliano Veneto; chiesti 200 Euro ai legittimi titolari

L’MG Club Italia, con sede a Firenze, ha archiviato la sua attività associativa nel 2004 continuando la sua esistenza su internet, mantenendo attivo il proprio dominio. Per un inghippo burocratico il dominio oggi si trova in mano alla società Prelude Adv Srl di Conegliano Veneto, la quale, interpellata, ha chiesto 200 Euro. Purtroppo su Internet questo tipo di richieste sono normali, anche se illecite. Related posts / Posts Simili/Correlati: Social Net e Giornalismo di guerra: intervista a Federico Mattaliano, giornalista MG CLUB ITALIA, risorge come magazine di informazione

Read More
ARCHIVIO INCHIESTE 

[Inchiesta] La Pedopornografia a Firenze e dintorni nel mondo

La LEGGE 6 febbraio 2006, n.38 ha modificato l’articolo 600 del Codice Penale, inasprendo le pene: Art. 600-ter.Pornografia minorile. Chiunque, utilizzando minori degli anni diciotto, realizza esibizioni pornografiche o produce materiale pornografico ovvero induce minori di anni diciotto a partecipare ad esibizioni pornografiche e’ punito con la reclusione da sei a dodici anni e con la multa da € 25.822 a € 258.228. Related posts / Posts Simili/Correlati: Italia, Inchiesta giornalistica su gruppo immobiliare Zunino USA, Internet: Neutralita’ in discussione dopo decisione Autorita’ FCC [Inchiesta] Firenze, il caso dell“L’uomo comune”…

Read More
ARCHIVIO INCHIESTE 

[Inchiesta] Firenze, il caso dell“L’uomo comune” di Clet

“Quando l’arte si scontra con la burocrazia: il caso dell“L’uomo comune” di Clet a Firenze.” Firenze, la città che più di ogni altra trabocca d’arte in ogni sua forma, nei musei così come nelle piazze, è ultimamente al centro di numerose polemiche per un caso davvero singolare che vede scontrarsi l’arte contemporanea con questioni burocratiche. La situazione riguarda nello specifico l’artista francese Clet Abraham, figlio dello scrittore Jean Pierre Abraham, e in particolare la sua scultura in vetro resina dal titolo “L’uomo comune”installata dal gennaio 2011, sottoposta da allora ad…

Read More