Legge Salica, Ordine di successione

Con l’espressione ordine di successione si intende il metodo usato per determinare chi eredita un ufficio dopo la morte, le dimissioni o la rimozione del suo attuale titolare. Ritornando alla legge salica essa esclude del tutto le femmine dalla successione, riservando il trono solamente agli eredi maschi. La legge salica era applicata dalle case reali di Albania, Francia, Italia, Corea, Romania, Jugoslavia, e Germania. Essa si applica attualmente alle case del Liechtenstein, Giappone e Giordania. Related posts / Posts Simili/Correlati: Ordine dinastico Stato crociato La titolarità della Fons honorum nelle…

Read More

Legge salica, Applicazioni in Francia e Italia

La prima applicazione nel Trecento fu dovuta a Filippo V che utilizzò questa legge per succedere sul trono di Francia a Giovanna II di Navarra figlia del fratello e re Luigi X: per applicare tale legge si dovette convocare l’assemblea degli stati generali nel 1317. Lo stesso fece poi il fratello Carlo IV quando, alla morte di Filippo, salì sul trono, benché il fratello avesse avuto delle figlie. Related posts / Posts Simili/Correlati: Cavalieri Templari: Tradizione Ordine dinastico LA MASSONERIA IN TOSCANA Lex Salica, Il diritto successorio Legge Salica, Ordine…

Read More

Lex Salica, Il diritto successorio

La Lex Salica è ricordata soprattutto per le conseguenze che ha avuto in alcune dispute sulla discendenza delle famiglie reali. Il titolo 59.5 recita infatti: « De terra vero nulla (salica) in muliere hereditas non pertinebit, sed ad virilem sexum qui fratres fuerint tota terra pertineat. » « Nessuna terra (salica) può essere ereditata da una donna, ma tutta la terra spetta ai figli maschi. » Related posts / Posts Simili/Correlati: Stato crociato Ordine dinastico La legge salica (Lex Salica) Legge Salica, Ordine di successione Legge salica, Applicazioni in Francia…

Read More

La titolarità della Fons honorum nelle dinastie ex regnanti

Ogni volta che sia necessario qualificare come Ordine non nazionale un ordine cavalleresco, occorre poter dimostrare l’esistenza storica dello stesso, verificare la sua continuità storica sino ai nostri tempi ed accertare la legittimità della persona che rivendica in sè lo jus honorum. I capisaldi dell’ordinamento italiano, stravolto quello del Regno d’Italia con il passaggio alla repubblica, appuntano la loro attenzione sul piano del diritto internazionale, dove è possibile qualificare quantomeno la titolarità delle prerogative sovrane e del patrimonio araldico della famiglia ex regnante spettanti, jure Related posts / Posts Simili/Correlati:…

Read More

LIBER AD MILITES TEMPLI (De laude novae militiae)

Prologus Hugoni, militi Christi et magistro militiae Christi, Bernardus Claraevallis solo nomine abbas: bonum certamen certare. Semel, et secundo, et tertio, nisi fallor, petisti a me, Hugo carissime, ut tibi tuisque commilitonibus scriberem exhortationis sermonem, et adversus hostilem tyrannidem, quia lanceam non liceret, stilum vibrarem, asserens vobis non parum fore adiutorii, si quos armis non possum, litteris animarem. Distuli sane aliquamdiu, non quod contemnenda videretur petitio, sed ne levis praecepsque Related posts / Posts Simili/Correlati: Repubblica di Malta Scopo e attività degli ordini cavallereschi PREGHIERA DEI CAVALIERI TEMPLARI La titolarità…

Read More