ARCHIVIO SOCIETA' 

Il consumo di proteine animali e’ in crescita

Il consumo di proteine animali e’ in crescita, e questo obbliga a dover trovare metodi per farlo in modo sostenibile per il Pianeta e a vantaggio di chiunque viva su di esso, nonostante il costo ecologico della sua produzione. Documentari come Cowspiracy (un gioco di parole tra “mucca” e “cospirazione”) hanno chiesto, tra varie diffidenze, perche’ la produzione di alimenti di origine animale non erano all’ordine del giorno dei grandi fronti di lotta contro il cambiamento climatico. Related posts / Posts Simili/Correlati: [Cina] Ambiente: Inquinamento provoca oltre 100mila morti U.E./Relazione…

Read More
ARCHIVIO TRASPORTI 

Germania, Treno sperimentale a idrogeno

Casco arancione al neon in testa e giubbotto di vari colori, il conduttore comodamente seduto dentro la sua cabina di pilotaggio in vetro, da’ un piccolo colpo con la mano sul joystick e il treno blu con la sigla “H0” che sta per “idrogeno a zero emissioni” si muove senza intoppi, senza nessun rumore se non quello dello scorrere dei suoi carrelli sui binari. “Quello che e’ piu’ impressionane per un conduttore abituato alle automotrici a diesel, e’ il silenzio in contrasto con la potenza immediatamente disponibile. Related posts /…

Read More

Protocollo di Kyoto: offset, un business miliardario

Il protocollo di Kyoto è composto dai Paesi firmatari i quali hanno un limite massimo per le emissioni dei cosiddetti gas serra, che, in teoria, non possono superare. Un’esempio: se l’Italia supera il tetto massimo di emissioni di gas serra può continuare ad emettere i suddetti comprando crediti (o quote di emissione) da un paese terzo, il quale non deve superare il tetto massimo a lui attribuito. Leggendo ciò, il protocollo di Kyoto non serve a far ridurre le emissioni di gas serra alle aziende inquinanti, ma a fargli pagare…

Read More

Ue, IVA: l’inversione contabile a caccia di frodi

L’obiettivo della nuova direttiva è contrastare le frodi in materia di Iva con una misura temporanea in deroga alle norme vigenti nell’Unione. La nuova direttiva 2010/23/UE inserisce l’articolo 199 bis nella direttiva 2006/112/CE. Nel nuovo articolo si prevede che per un periodo che arriva fino al 30 giugno 2015 gli Stati membri possano stabilire che il soggetto tenuto al pagamento dell’Iva sia lo stesso soggetto passivo nei cui confronti sono effettuate operazioni di trasferimento di quote di emissioni di gas serra e di trasferimento di altre unità. Gli Stati membri…

Read More

FAO, il bestiame produce una elevata percentuale di gas serra

Uno studio della FAO, pubblicato nel 2006, informa che il bestiame produce il 18 per cento delle emissioni di gas serra, ovvero complessivamente più di tutti i mezzi di trasporto. [La notizia per intero è pubblicata su Wine & Food] photo courtesy by comune.perosaargentina.to.it Related posts / Posts Simili/Correlati: Carabinieri nucleo Tutela e Patrimonio recuperano anfore romane [Africa – Congo] Li chiamano enfants sorciers, bambini stregoni [ITALIA] Antritrust multa Locauto e Maggiore Ue, IVA: l’inversione contabile a caccia di frodi Protocollo di Kyoto: offset, un business miliardario

Read More