ARCHIVIO ECONOMIA 

Lavori di ristrutturazione edile, Responsabilità per gravi difetti

Tra le norme che regolano le responsabilità derivanti dall’esecuzione di un contratto di appalto, ve n’è una particolarmente importante e che ha dato luogo ad un contrasto giurisprudenziale in merito all’ambito applicativo: il riferimento è all’art. 1669 del codice civile riguardante la responsabilità dell’appaltatore per gravi difetti dell’opera. Il contrasto ha portato ad una pronuncia delle Sezioni Unite della Suprema Corte di Cassazione, esattamente alla sentenza n. 7756 depositata in cancelleria il 27 marzo 2017. Qual è stato l’oggetto della pronuncia? Related posts / Posts Simili/Correlati: La croce dei Cavalieri…

Read More

[Italia] Amianto: Quanti siti contaminati e discariche esistono?

L‘amianto è un gruppo di minerali formati da silicato di magnesio, calcio e ferro ed è detto asbesto (letteralmente “che non brucia”). Come tutti i minerali presenti in natura, viene estratto da cave e miniere tramite frantumazione della roccia madre, da cui si ottiene la fibra purificata. Related posts / Posts Simili/Correlati: Cina, Dimagranti nocivi attraverso la Romania UK, Salute: Ritirate dal mercato lasagne Findus con farmaci veterinari Usa. Una morte su sei sarebbe attribuibile all’esposizione al piombo [Ambiente – Oceani] Rifiuti di Plastica: A rischio i coralli USA –…

Read More

Bologna, Curia eredita quasi 2 mld euro

La Curia di Bologna ha ereditato 1,7 miliardi di euro oltre alla FAAC, azienda che fattura 200 milioni di euro l’anno. Nel contempo il Comune di Bologna porge finanziamenti all’edilizia di culto e alle scuole private cattoliche, mentre la Regione Emilia Romagna investe oltre 2 milioni di euro l’anno per retribuire “assistenti religiosi” che, nominati dai vescovi, circolano tra le corsie ospedaliere. Fonti: 1) La Repubblica 2) UAAR Related posts / Posts Simili/Correlati: Crociata Albigese Italia, I rischi delle piccole rate in uno studio di Altroconsumo. Maltempo, danni al nord…

Read More

Italia, DIA: Sequestrato patrimonio immobiliare societario di oltre 4 mln euro

Nel quadro delle attività istituzionali tese all’aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati dalle organizzazioni criminali, la Direzione Investigativa Antimafia ha sequestrato, ai sensi della legislazione antimafia, beni per un valore complessivo di oltre 4 milioni di euro. Il Tribunale di Agrigento – Sezione Misure di Prevenzione – accogliendo la proposta della Procura della Repubblica D.D.A. di Palermo – Dipartimento di Criminalità Economica, coordinato dal Sost. Proc. dott. Roberto SCARPINATO, e condividendo le risultanze della specifica attività investigativa esperita dalla Sezione Operativa D.I.A. di Trapani, ha disposto, nell’ambito del procedimento per l’irrogazione…

Read More