ARCHIVIO ECONOMIA 

La guerra doganale degli Usa. Perche’ e dove ci porta, in economia e liberta’

La guerra doganale che l’amministrazione del presidente Usa Donald Trump ha intrapreso (essenzialmente contro acciaio e alluminio cinesi nel suo Paese) dovrebbe coinvolgerci marginalmente, vista l’esenzione che ci e’ stata concessa (a noi Ue, insieme a Messico, Canada, Australia, Brasile, Argentina e Corea del Sud) dal nostro alleato di oltre Atlantico. Dovrebbe che, mai come in questo caso, e’ una declinazione al condizionale usata di rito. Nei fatti, siccome il mondo e’ ormai una girandola che, dal punto di vista economico e non solo, difficilmente si puo’ fermare, e’ garantito…

Read More
ARCHIVIO ATTUALITA' 

Messico, Narcoguerra: Il muro degli Usa non ferma il narcotraffico

Il presidente Donald Trump sostiene che si potra’ impedire il passaggio dell’1% delle droghe, con la costruzione di un muro che costera’ agli Stati Uniti almeno 10 milioni di dollari. Sostenere che un muro alla frontiera tra Messico ed Usa sia la chiave per contenere il flusso di droghe tra i due Paesi, “e’ assurdo”, visto che una barriera fisica non puo’ eliminare un problema che e’ stato presente in questo Paese per vari decenni. Cosi si esprime il Centro de Estudios Internacionales Gilberto Bosques (CEIGB) del Senado de la…

Read More

Italia e Iran firmano accordo per apertura linee credito da 5 miliardi euro

La holding pubblica italiana X presterà soldi a due banche iraniane per commissionare i lavori alle imprese sul territorio la cui garanzia sovrana è quella del governo iraniano. L‘accordo del 2015 sul programma nucleare iraniano tra Teheran, Usa, Cina, Francia, Germania, Russia, Gran Bretagna e l‘Alto rappresentante dell‘Unione europea, ha posto le premesse per la ripresa delle relazioni di cooperazione commerciale fra l‘Iran e la comunità internazionale. Related posts / Posts Simili/Correlati: La storia dei Cazari India, accordi fra aziende Canadesi di tecnologia Emissioni mondiali CO2 di nuovo in crescita…

Read More

Tortura. La situazione mondiale sta peggiorando

Per migliaia di persone rifugiate in Europa, la citta’ serba di Novi Sad e’ l’ultima fermata prima di arrivare al confine con l’Ungheria, oltre la frontiera dell’Unione Europea che permane militarizzata dopo che da due anni e’ cominciata la crisi dei rifugiati. Per la popolazione serba e’ la memoria viva degli ultimi bombardamenti della Nato contro il regime di Slobodan Milosevic, come ne sono testimonianza i ponti gia’ ricostruiti che, dopo 18 anni, accarezzano di nuovo il Danubio. Related posts / Posts Simili/Correlati: UE, Assistenza Umanitaria: In arrivo 147 milioni…

Read More

Controllo delle nascite contro la poverta’

Avere la possiblita’ di decidere se avere figli o meno, quando farli e quanti farne e’ un diritto universale. Su di questo si calcola che in tutto il mondo, una cifra stimata di 214 milioni di donne che non pianificano quando restare incinte, una forte necessita’ -insoddisfatta- di metodi contraccettivi moderni. Queste donne sono, nella maggior parte, nei Paesi in via di sviluppo. Related posts / Posts Simili/Correlati: [UE] Inclusione abitativa: autocostruzione e autorecupero di alloggi [Italia] Amianto: Quanti siti contaminati e discariche esistono? Rapporto IISS, Narcoguerra nel Mondo; quella…

Read More