ARCHIVIO GIORNALISMO 

Carta dei doveri del giornalista

CARTA DEI DOVERI DEL GIORNALISTA Documento CNOG-FNSI dell’ 8 luglio 1993 PREMESSA Il lavoro del giornalista si ispira ai principi della libertà d’informazione e di opinione, sanciti dalla Costituzione italiana, ed è regolato dall’articolo 2 della legge n. 69 del 3 febbraio 1963: «E’ diritto insopprimibile dei giornalisti la libertà d’informazione e di critica, limitata dall’osservanza delle norme di legge dettate a tutela della personalità altrui ed è loro obbligo inderogabile il rispetto della verità sostanziale dei fatti, osservati sempre i doveri imposti dalla lealtà e della buona fede. Related…

Read More
ATTUALITA' 

Social net Facebook: Concessionario Mercedes nega diritto replica a giornalista

L’articolo è traslato nel sito web dell’agenzia di stampa internazionale EMMEGI Reporters Press aprendo una inchiesta sui concessionari Mercedes in Italia, partendo dalla Toscana. L’inchiesta è tutt’ora in corso ed ha già raccolto migliaia di opinioni sul comportamento di titolari e dipendenti di officine, carrozzerie e concessionarie. Alcuni concessionari italiani, secondo diversi proprietari Mercedes Italiani, dovrebbero dedicarsi a coltivare patate.  Related posts / Posts Simili/Correlati: Facebook, aperta indagine tedesca sui vertici statunitensi Firenze, Incendio in oliveta zona Careggi (Via Dei Massoni) [INCHIESTA GIORNALISTICA] MTB nel Chianti: Plagio progetto turismo Ordine…

Read More

Diffamazione. Cassazione: no a sequestro giornali online

La liberta’ di stampa sancita dalla Costituzione vale anche per i giornali diffusi sul web e, dunque, non possono essere sequestrati nel caso di notizie diffamatorie. Lo ha sancito la Cassazione, con una sentenza delle Sezioni unite civili: “La tutela costituzionale assicurata del terzo comma dell’art. 21 della Costituzione alla stampa si applica al giornale o al periodico pubblicato, in via esclusiva o meno, con mezzo telematico – e’ il principio di diritto enunciato dalla Suprema Corte – quando possieda i medesimi tratti caratterizzanti del giornale o periodico tradizionale su…

Read More

Cassazione : i partigiani di via Rasella hanno agito bene, una ‘legittima azione di guerra’

“La sentenza della Cassazione emessa ieri su i fatti di via Rasella, è la risposta che il movimento partigiano italiano tutto, era nel giusto”. È il commento di oggi, di tanti, tantissimi partigiani italiani che hanno militato nelle diverse formazione del Cln. La sentenza della suprema corte ha infatti sentenziato: I partigiani che il 23 marzo 1944 condussero l’attacco di via Rasella non furono dei ‘massacratori di civili’.Compirono una ‘legittima azione di guerra’ contro il nemico occupante. Pertanto commette diffamazione chi li definisce ‘massacratori’. In questo modo ,la Cassazione ha…

Read More