ARCHIVIO SALUTE 

Uruguay, Olio medicinale di cannabis verso Messico e Canada

L’Uruguay esportera’ dal mese di Dicembre 2017, olio medicinale di marijuana in Messico e Canada. Lo ha annunciato Alejandro Antalich, presidente esecutivo di International Cannabis Corporation (Icc) come riportato dalle fonti locali. Il laboratorio, la cui costruzione iniziera’ il mese prossimo, sara’ il primo dedicato all’utilizzo del “Cannabidiol” (Cbd), un composto del Cannabis con effetti non psicoattivi. Come annunciato da Antalich il laboratorio sara’ situato nel dipartimento di Canelos, precisamente al Parco de las Ciencias, vicino alla capitale Montevideo. Related posts / Posts Simili/Correlati: Il caffe’ bevanda per quasi il…

Read More
ARCHIVIO SALUTE 

MONDO/Atlante delle dipendenze. Tabacco e alcool in testa. Addiction

Le droghe più diffuse al mondo sono il tabacco e l’alcol, seguite da quelle illegali a grande distanza, sia come numero di utilizzatori che come danni potenziali alla società. Lo afferma il primo atlante globale delle dipendenze, messo insieme dall’università di Adelaide e pubblicato dalla rivista Addiction, secondo cui sono le sigarette la prima sostanza di cui si abusa, con una persona su cinque al mondo che ne è dipendente. Lo studio ha messo insieme le cifre dei rapporti di Onu e Oms sulle singole dipendenze, mettendo in luce anche…

Read More

Acqua quanto costi nel mondo, dagli stivali agli smartphone

Un paio di stivali di pelle richiede l’impiego di 14,5 tonnellate di acqua ma la percentuale è destinata a salire a 25 tonnellate se le concerie di pelle scaricano sostanze chimiche trattate nell’ambiente, come accade in Bangladesh. Related posts / Posts Simili/Correlati: Liberia, Piantagione gomma: Inquinamento acqua Oceani, Fondali inquinati chimicamente [Ambiente – Oceani] Rifiuti di Plastica: A rischio i coralli Ambiente, Calabria: Sequestrata la discarica abusiva più grande della regione [Cina] Ambiente: Inquinamento provoca oltre 100mila morti

Read More

[Cina] Ambiente: Inquinamento provoca oltre 100mila morti

Il consumo esponenziale di prodotti cinesi in Ue e Usa e’ legato a quasi 110.000 morti premature ogni anno in Cina grazie all’inquinamento dell’aria provocata dalla produzione. I cittadini dei Paesi ricchi hanno computer, telefonini e giochi economici, e le multinazionali guadagnano molto denaro, ma in cambio ci sono centinaia di migliaia di morti nel Paese asiatico. Il nuovo studio, diretto dell’economista Dabo Guan, e’ il primo che calcola gli impatti sanitari transfrontalieri del commercio internazionale e l’inquinamento atmosferico ad esso collegato. Il lavoro, che e’ pubblicato oggi sulla rivista…

Read More