Colombia, Le piantagioni di coca continuano a proliferare

La superficie delle piantagioni di coca in Colombia e’ cresciuta del 52% nel 2016, passando dei 96.000 ettari del 2015 a 146.000 nel 2016. E’ quanto hanno fatto sapere il 14 luglio le Nazioni Unite nel loro rapporto annuale in materia. In quanto alla produzione di cocaina, si e’ attestata su 866 tonnellate nel 2016, rispetto alle 646 del 2015, cioe’ un incremento del 34%. Related posts / Posts Simili/Correlati: Il nuovo narcotraffico alla frontiera tra Colombia ed Ecuador (1) Peru’, Coca: secondo Paese produttore USA – Cocaina sequestrata. Il…

Read More
ARCHIVIO ATTUALITA' 

COLOMBIA – Piantagioni coca. Riecco il glifosato

Nel dibattito sulla lotta alle coltivazioni illecite di coca in Colombia si torna a parlare dell’uso della fumigazione aerea con il glifosato dopo gli ultimi dati che vedono il Paese come primo produttore mondiale. L’ipotesi e’ stata avanzata da due esponenti del governo colombiano, il ministro della Difesa, Guillermo Botero, e il ministro della Giustizia, Gloria Maria Borrero, nonostante la polemica aperta sull’azienda produttrice del contestato erbicida usato per la fumigazione. Related posts / Posts Simili/Correlati: Bharatiya Janata Party (BJP), incluso in lista top-secret ALBANIA – Governo controllato da narcotrafficanti?…

Read More
ARCHIVIO ATTUALITA' 

COLOMBIA – Taglia dei narcos su cane anti-droga

Un cane anti-droga che in Colombia ha intercettato quantitativi ingenti di stupefacenti è stato messo sotto protezione dopo che una gang criminale, quella degli Urabenos, ha messo una taglia di 70mila dollari sulla sua testa, secondo fonti di intelligence pubblicate dalla Bbc. Il pastore tedesco femmina ha trovato circa 10 tonnellate di cocaina che apparteneva alla banda, che è considerata la più potente organizzazione criminale della Colombia. Related posts / Posts Simili/Correlati: ITALIA – Droga dal Marocco, 31 arresti RUSSIA – Droga nell’ambasciata di Buenos Aires. Ministero Esteri smentisce uso…

Read More
ARCHIVIO ECONOMIA 

Cripto-valuta a go-go nel nome del narcotraffico

Roberto Escobar, fratello del narcotrafficante Pablo, ha lanciato una sua criptovaluta. E per battezzarla ha deciso di proporre un’Ico: dollari in cambio di questo gettone digitale chiamato “DietBitcoin”, che si ripromette (nientemeno) di scalzare Bitcoin. L’Ico di Escobar funziona cosi’: ogni nuovo DietBitcoin verra’ offerto a un prezzo super-scontato. Due dollari anziche’ 50. Poi, a scaglioni, il prezzo salira’ fino 100 dollari, per poi arrivare a 1.000. Ora, cosa ci si dovrebbe fare con la moneta virtuale di Escobar? Dietro non c’e’ una startup che permettera’ di acquistare servizi con…

Read More
ARCHIVIO ATTUALITA' 

War on drugs. Los Cabos in Baja California/Messico, la citta’ piu’ violenta al mondo

La messicana Los Cabos (Stato della Baja California del Sur) è la citta’ piu’ violenta del mondo nel 2017: lo rivela il report del Consiglio cittadino per la sicurezza pubblica e giustizia penale (Ccspjp), organizzazione messicana che ogni anno stila questa speciale classifica elaborando i dati ufficiali delle forze dell’ordine dei vari Paesi. Come ogni anno e’ l’America il continente piu’ violento, con ben 47 presenze tra le prime 50 citta’ piu’ violente. Related posts / Posts Simili/Correlati: Italia, Direzione antidroga: Rapporto 2009 Il caffe’ bevanda per quasi il 50…

Read More